• Sei il visitatore n° 332.637.266
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 04 settembre 2017 alle 08:31

Silea: appalto da 123 milioni per la raccolta e trasporto dei rifiuti, pervenuta una offerta

diddscalia
Una sola busta è stata presentata entro il termine del 30 agosto indicato nel bando di gara promosso da Silea per affidare il servizio di raccolta e trasporto dei rifiuti urbani e di igiene ambientale in tutti gli 88 Comuni della Provincia di Lecco - più due comaschi (Pusiano e Lasnigo) che conferiscono i loro rifiuti presso l'impianto di termovalorizzazione di Valmadrera - per 8 anni, dal 1° gennaio 2018 al 31 dicembre 2025. Sarà necessario attendere alcune settimane per giungere all'affidamento definitivo, a seguito della nomina della commissione di gara che dovrà valutare le caratteristiche dell'offerta dopo l'apertura della busta.
La Spa di diritto privato a totale capitale pubblico ha come obiettivo quello di uniformare il servizio sull'intero territorio di competenza, in questo caso corrispondente ad un bacino di 339.031 abitanti (dato 2015). Un ulteriore passo avanti verso la gestione del cosiddetto "ciclo integrato dei rifiuti".
Attualmente ad occuparsi della raccolta porta a porta dell'immondizia prodotta dai lecchesi (suddivisa in sacco "multileggero", indifferenziato e umido a cui si aggiungono la separazione della carta e il vetro in alcuni paesi) sono la Econord e Il Trasporto. L'importo complessivo d'appalto annuale indicato è pari a 15.395.056 € Iva esclusa, di cui 14.197.000 € relativi ai servizi di base cioè la raccolta e il trasporto dei rifiuti domestici e industriali (ingombranti compresi) ma anche la gestione di centri di raccolta e aree attrezzate, la pulizia delle strade e delle aree pubbliche e lo svuotamento dei cestini, in base agli accordi sottoscritti con i singoli Comuni.
1.194.120 € riguardano invece la raccolta e trasporto del vetro per esercizi pubblici e quella di cartoni, metalli, legname, inerti e rifiuti vegetali in cassoni collocati presso centri e aree attrezzate, cui si aggiunge una quota di 4.000 € per oneri di sicurezza non ribassabili.
L'importo annuale scende a 14.120.487 € Iva esclusa nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2024 e il 31 dicembre 2025 (per i Comuni di Cernusco e Osnago l'affidamento è previsto fino alla fine del 2023).
Il totale complessivo stimato per 8 anni di servizio è di 123.007.546 €, di cui 32.000 € per gli oneri della sicurezza non ribassabili. Cifra che sale a 193.656.613 € comprensivo della proroga tecnica di massimo 12 mesi.
Una "partita" decisamente importante che riguarda, come indicato nel capitolato d'appalto, servizi "pubblici e che costituiscono attività di pubblico interesse. La gestione dei rifiuti dovrà essere effettuata secondo i criteri di efficacia, efficienza, trasparenza, economicità e fattibilità tecnica, nonché nel rispetto delle norme vigenti in materia di partecipazione e di accesso alle informazioni ambientali".
Tra i soggetti ammessi alla gara rientrano imprenditori individuali, società commerciali e società cooperative, consorzi, raggruppamenti e associazioni temporanee di imprese, che dimostrino di avere determinati requisiti tecnici (in primis l'aver svolto servizi analoghi a quelli previsti nel capitolato) e di carattere economico finanziario (tra cui l'aver realizzato un fatturato globale d'impresa nell'ultimo triennio pari ad almeno 80.000.000 € oltre Iva, di cui almeno 25.000.000 € annuali).
"L'obiettivo del bando è quello di uniformare in tutto il territorio il servizio di raccolta a trasporto dei rifiuti, in modo che tutta la Provincia lecchese faccia parte di un unico circuito e che tutti i soci - questo è l'auspicio - ne traggano un beneficio economico" ha spiegato il presidente di Silea Mauro Colombo. "Un passo ulteriore affinchè la nostra società, partecipata dai Comuni soci, arrivi ad offrire un servizio completo, nell'ambito di un ciclo integrato dei rifiuti che in futuro potrebbe includere anche la gestione della Tari. Risulta pervenuta una sola offerta, il prossimo passo sarà quello di nominare la commissione che dovrà verificare il contenuto della busta e procedere ad una eventuale assegnazione".
Il criterio per l'aggiudicazione è quello dell'offerta economicamente più vantaggiosa in base ai criteri indicati. Sarà necessario attendere qualche settimana per conoscere l'esito dell'affidamento e una tempistica probabilmente più lunga per valutarne gli effetti, anche sul portafoglio dei lecchesi.
R.R.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco