Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 247.609.962
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 06 settembre 2017 alle 08:47

Concluso il nostro tour nelle scuole superiori, il bilancio è negativo. Ora chiederemo un nuovo consiglio per esaminare tutte le singole criticità

Claudia Ferrario
Concluso il tour agostano in tutti gli istituti scolastici superiori della Provincia di Lecco rimane l'amarezza di aver potuto visitare solo parzialmente gli edifici all'interno, non certo per volontà dei dirigenti scolastici che, anzi, ringrazio per la loro fattiva collaborazione.
Ove su mia insistenza ci è stato consentito, insieme ai colleghi abbiamo riscontrato aule piccole e surriscaldate (per contro con calore insufficiente in inverno), pavimentazioni obsolete e rovinate, cortili con asfalti devastati, bagni con piastrelle rotte e privi di copri prese elettriche, infissi che non garantiscono l'isolamento termico e tapparelle rotte , vetri di palestre ''rappezzati'' con pellicola, vetrate su scale di sicurezza sigillate con cellophane, erba alta ad altezza uomo ovunque. In aggiunta, e cosa non da poco, saranno necessari interventi sugli impianti anti-incendio e gli adattamenti anti - sismici.
In visita al Grassi, Agnesi e Viganò, ove servono opere per sanare gli sfondellamenti dei solai, ho espressamente chiesto se le lezioni potevano riprendere regolarmente e in loco alla riapertura dell'anno scolastico: la risposta è stata affermativa. Purtroppo la realtà è diversa, per 7 classi del Grassi le lezioni si terranno presso altri istituti, mentre 12 classi del Viganò subiranno la cosiddetta rotazione, con la speranza che le attività didattiche si possano svolgere negli orari consueti.
Il Gruppo Consiliare Lega Nord denuncia il degrado diffuso e le inefficienze, il ritardo nei lavori di ripristino degli sfondellamenti. Siamo contrari al doppio turno e continueremo a monitorare gli edifici scolastici e denunciare le bugie del Pd sulle scuole provinciali.
Chiederemo inoltre, con un motivato Ordine Del Giorno, un Consiglio Provinciale straordinario per valutare ed affrontare seriamente ogni singola criticità in tutte le scuole provinciali della Provincia di Lecco.
Claudia Ferrario, consigliere provinciale del Gruppo Lega Nord
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco