Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 248.178.889
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Venerdì 06 ottobre 2017 alle 09:34

''Spazi finanziari'' concessi ai Comuni: ecco chi li ha ricevuti e per quali opere pubbliche saranno impiegati i fondi sbloccati

E' pari a 70mila euro la cifra che il Comune di Cremella ha avuto la possibilità di ''sbloccare'' nel proprio bilancio grazie a Regione Lombardia, che ha così accolto la richiesta pervenuta dal piccolo ente del circondario casatese. Nei giorni scorsi gli amministratori di otto municipalità dei circondari casatese e oggionese hanno infatti ricevuto la notizia relativa alla distribuzione di ulteriori 30milioni di euro di spazi finanziari.
''Quale priorità abbiamo individuato un progetto relativo all'installazione di un nuovo impianto di videosorveglianza'' ci ha detto il sindaco cremellese Ave Pirovano. ''Al momento disponiamo di qualche telecamera, non più funzionale però alle attuali esigenze. Proprio in questi giorni stiamo decidendo il numero delle postazioni da attivare, compresi i dispositivi di lettura targhe. Il resto della somma lo impiegheremo per altri lavori pubblici, probabilmente la sistemazione dell'ultimo tratto della roggia Gambaione. Ma decideremo con esattezza nelle prossime settimane''.

Da sinistra Ave Pirovano (Cremella), Giancarlo Aldeghi (Barzanò), Ambrogio Ratti (Rogeno) e Eugenio Galli (Cesana)

Anche al confinante Comune di Barzanò è stata concessa la possibilità di usufruire di uno spazio finanziario dall'entità più esigua, pari a 29.961 euro. ''Avevamo chiesto questa cifra per alcuni lavori che nel frattempo abbiamo realizzato con altre risorse. Con la prossima variazione di bilancio valuteremo come impiegarli'' ha spiegato il sindaco Giancarlo Aldeghi.
Tra i comuni dell'oggionese che sono riusciti a ottenere spazi finanziari da Regione Lombardia figura anche Rogeno che ha avuto la possibilità di utilizzare 272mila euro per il progetto del nuovo campus scolastico e di usarne altri 83milaeuro a discrezione. L'amministrazione ha però già deciso dove farà confluire anche questa somma. "L'intera cifra, pari a 355mila euro, verrà destinata alla realizzazione della nuova scuola primaria" ha spiegato l'assessore al bilancio Ambrogio Ratti. I lavori per la realizzazione del nuovo edificio costeranno 3.176mila euro, così finanziati: 2.176mila euro mediante contributo regionale, 950milaeuro tramite un mutuo acceso dal Comune e 50mila euro messi a bilancio.
Cesana Brianza ha invece ricevuto la possibilità di utilizzare 150mila euro del proprio bilancio. "Stiamo ancora definendo con gli uffici la destinazione delle risorse, tuttavia ne impiegheremo una parte per il rifacimento della caldaia della scuola dell'infanzia e forse per l'asfalto e la sistemazione dei lampioni. La parte preponderante di questa cifra verrà sicuramente destinata al progetto del nuovo parco giochi di via Kennedy. Non abbiamo ancora deciso nello specifico, ma abbiamo già alcune idee per salvaguardare la sicurezza dei bambini che frequentano il parco e impedire l'accesso ai ragazzi più grandi che invece non hanno rispetto per il luogo pubblico" ci ha detto il sindaco Eugenio Galli. "Stiamo pensando di posizionare un cancello automatico per la chiusura a una determinata ora e di alzare la recinzione. Inoltre vorremo cambiare il fondo per posizionare uno dati ai bambini e sostituire i giochi: quelli ancora in buono stato potremo portarli in altri parchi oppure all'asilo". Insomma un vero e proprio restyling del parco vicino alle scuole e molto frequentato dalle giovani famiglie.
Il Comune di Sirone ha ottenuto la possibilità di utilizzare 24mila euro senza avere il vincolo degli equilibri di bilancio. "Stiamo ancora definendo con il nostro ufficio tecnico dove destinare queste risorse, che con ogni probabilità verranno utilizzare per il rappezzo dell'asfalto in alcuni tratti e per la sistemazione dell'impianto idraulico e di riscaldamento alla scuola primaria" ha spiegato il primo cittadino Matteo Canali.
Il Comune di Dolzago ha ricevuto da Regione Lombardia la possibilità di utilizzare186mila euro e l'amministrazione pare abbia già identificato in quale misura e per quali progetti l'importo debba essere investito. Dopo aver impiegato 13mila euro - entrati nelle casse comunali sempre a seguito dello sblocco regionale - per il ponte accanto al laghetto in zona Cogoredo, i prossimi progetti in cantiere riguardano principalmente viabilità e sport. In via prioritaria si interverrà infatti con l'asfaltatura delle principali arterie di collegamento e della corte in via Corsica con i relativi parcheggi a cui seguirà l'installazione di un nuovo lotto di illuminazione con luci a LED. Come ha spiegato il sindaco Paolo Lanfranchi, il rinnovo dei punti luce, iniziato ufficialmente nel febbraio 2017, ha fino ad oggi oltre 70 lampade e pare proceda regolarmente. In cantiere anche un intervento al centro sportivo comunale con la realizzazione della recinzione per il campo di calcio a 11.

Matteo Canali (Sirone), Paolo Lanfranchi (Dolzago), Marco Manzoni (Colle B.za) e Dario Brambilla (Casatenovo)

Colle Brianza si aggiunge ai comuni dell'oggionese destinatari del provvedimento regionale e, grazie alle risorse monetarie sbloccate, ha intenzione di portare a termine progetti in cantiere da tempo, gran parte riguardanti l'edilizia urbana.
Il primo intervento sarà mirato al completamento del marciapiede sulla SP 58 - meglio conosciuta come Via Milano, all'altezza del piazzale Donatori di Sangue - incompleto da tempo a causa del fallimento dell'impresa esecutrice. Il costo previsto è richiederà un'uscita di 45mila euro su circa 290mila stanziati.
Seguirà la realizzazione di due reti meteoriche, di cui una in via Europa nella frazione di Giovenzana e la seconda nella località di Ravellino, pregiudicata dalla presenza di un ruscello che nei periodi di piena ha creato non pochi disagi. Quest'ultimo intervento consisterà nell'agire "a monte" del corso d'acqua attraverso il posizionamento di una tubatura in grado di smistare il flusso. In ultimo, una buona parte del ricavato sarà destinato alla zona di Scerizza che, come noto, è stata vittima di una frana nel 2013 e che è da circa una settimana sottoposta a lavori di recupero.
A questi enti si aggiunge Casatenovo che - come già annunciato dall'assessore al bilancio Dario Brambilla - ha ottenuto lo sblocco di 400mila euro, pari alla domanda inviata lo scorso aprile. Una somma che servirà a finanziare opere stradali (in particolare marciapiedi e piste ciclabili), ma soprattutto al conferimento dell'incarico progettuale per la nuova scuola media di Crotta.
I comuni, per non perdere questa possibilità concessa dal Pirellone, avranno possibilità fino alla fine dell'anno per avviare i bandi di gara destinati agli interventi. I lavori potranno poi essere portati a compimento anche nel corso dell'anno successivo.

  • Per visualizzare l'elenco completo dei destinatari e le relative cifre CLICCA QUI
Articoli correlati:
04.10.2017 - Casatenovo: spazi finanziari dalla Regione. 400mila € per marciapiedi e nuove medie
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco