Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 298.350.745
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Sabato 06 gennaio 2018 alle 15:21

Valaperta: tradizionale corteo dell'Epifania con in Magi che 'rappresentano ciascuno di noi'

"Quanti erano i Re Magi? E come si chiamavano? Erano tre: Melchiorre, Gaspare e Baldassare. Questo ce lo dice la tradizione. Nel Vangelo, invece, i Magi non hanno nome, perché rappresentano ciascuno di noi, alla ricerca di Gesù".

È stato un lungo corteo colorato ad aprire, come da tradizione, la giornata dell'Epifania valapertese, presso la parrocchia di San Carlo. Una cinquantina i figuranti che hanno sfilato per le vie del paese, partendo da via Petrarca fino a giungere al sagrato della chiesa parrocchiale, per ricostruire il viaggio compiuto dai Magi verso Betlemme più di duemila anni fa.


Evento attesissimo da tutti gli abitanti della frazione e preparato con cura dai volontari dell'oratorio, il Corteo dei Magi è ormai una tradizione consolidata per la comunità della frazione casatese.

VIDEO

Ogni anno, infatti, sono tantissimi i figuranti - grandi e bambini fino ad un piccolissimo Gesù Bambino - che indossano per una mattinata i panni dei magi ma anche di pastori, angioletti, contadini e viandanti, per offrire i loro doni ai piedi di una capanna che ospita la Sacra Famiglia. "Il percorso dei Magi è quello di ogni uomo che vuole incontrare il Signore. I Magi erano studiosi, astronomi. Erano alla ricerca: nel cuore avevano un desiderio forte, quello di incontrare qualcuno che mostrasse loro la felicità, quello di incontrare la salvezza. E anche noi, come loro, dobbiamo metterci alla ricerca. Non di regni o ricchezza ma di un povero Bambino che ci dona la vera ricchezza, la grazia del Signore", ha ricordato don Luciano Galbusera, vicario della comunità pastorale di Casatenovo, che ha celebrato la santa messa del mattino insieme al diacono Gabriele Scariolo.

All'arrivo sul sagrato, infatti, dopo aver deposto ai piedi del Bambino oro, incenso e mirra, il corteo di figuranti ha preso posto nella chiesa di San Carlo insieme a tantissimi fedeli per la celebrazione solenne dell'Epifania. Ad accompagnarli le note dei Flauti di Lana di Monticello, oltre ad un gruppo di angioletti che hanno deposto ai piedi dell'altare uno striscione con la scritta dorata "Gloria in Excelsis Deo".
Galleria immagini (clicca su un'immagine per aprire l'intera galleria):

Ad illuminare la chiesa, anche una luminosissima stella cometa. "I Re Magi hanno visto una stella luminosa e sono partiti per seguirla. Anche nella nostra vita c'è sempre una stella: la Parola di Dio. Se la seguiamo, incontriamo Gesù. Gesù ci viene sempre incontro, magari tramite un evento, un fatto, una persona, un incontro, qualcosa che prende il nostro cuore", ha proseguito don Luciano, durante l'omelia, nella celebrazione animata dalle note del coro parrocchiale.

"E, a volte, come i Re Magi possiamo trovare qualche difficoltà nel nostro cammino di fede, che ci fanno vacillare ma non cadere, perché abbiamo sempre la luce della stella che ci guida. Alziamoci, rivestiamoci di luce. Lasciamoci illuminare da Gesù e offriamogli i nostri doni", ha concluso don Luciano, ringraziando, anche a nome degli altri sacerdoti della comunità e del parroco e prevosto don Antonio Bonacina, tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione della giornata di festa.

Al termine della messa, infatti, fedeli e parrocchiani si sono ritrovati nel salone dell'oratorio, per un piccolo momento di festa e per un rinfresco organizzato con cura dai volontari dell'oratorio. Nel pomeriggio, invece, si è svolta la tradizionale Tombolata della Befana con il momento di pregheira e del Bacio a Gesù Bambino.
L.V.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco