Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 247.699.493
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Sabato 20 gennaio 2018 alle 19:46

Il Comune ricorda l'ex parroco don Sergio Ceppi

don Sergio Ceppi
Il Sindaco e l'Amministrazione Comunale di Sirtori si uniscono al dolore dei familiari e dei confratelli sacerdoti per la scomparsa di Don Sergio Ceppi, Parroco di Sirtori dal 1980 al 1996.
Don Sergio è stato un sacerdote esemplare, impegnato nel contribuire alla crescita non solo spirituale di Sirtori, in un periodo delicato, di grandi cambiamenti.
Ha avviato significativi lavori di restauro della Chiesa Parrocchiale e dell'Oratorio.
Amante della bellezza, competente appassionato di musica sacra e della pittura, ha voluto la nascita del Coro Parrocchiale S.S. Nabore e Felice non solo per animare le liturgie, ma anche per contribuire alla diffusione della sensibilità musicale fra i sirtoresi, con intenti, allo stesso tempo, religiosi e culturali.
Ha riattivato e vivacizzato le attività dell'Oratorio, concorrendo, grazie alla mitezza del suo carattere e all'originalità del suo pensiero, alla formazione umana, oltre che spirituale, di una intera generazione di sirtoresi, sollecitandone il senso critico e stimolandone l'impegno sociale e politico.
Amante del presepe, ha dato vita al Presepe Vivente, evento caratterizzante il periodo natalizio di quegli anni, la cui organizzazione coinvolgeva una parte significativa di popolazione sirtorese. Una sacra rappresentazione di grande originalità, soprattutto per le riflessioni proposte.
A Don Sergio va il ringraziamento sentito per il lavoro svolto al servizio della Comunità Sirtorese e il commosso ricordo di tutti coloro che lo hanno conosciuto, apprezzandone l'intelligenza e l'equilibrio, nonché l'amore per la propria missione.
.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco