Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 310.657.217
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Venerdì 02 febbraio 2018 alle 19:21

Dodicenne fulminata nella vasca da bagno dal suo smartphone

E' rimasta uccisa fulminata dal suo smartphone cadutole nell'acqua mentre stava facendo il bagno. A trovare la12enne Kseniya priva di vita la madre. Il telefono era attaccato alla corrente attraverso il caricabatterie. La ragazzina sarebbe morta all'istante. Kseniya era tornata dal suo allenamento di basket e si stava rilassando nella vasca ascoltando la musica. Non sentendola più sua mamma è andata a controllare e ha trovato la figlia con la testa sott'acqua. Il telefono galleggiava nella vasca da bagno. I tentativi di rianimazione sono stati vani. Per Giovanni D'Agata, presidente dello "Sportello dei Diritti", si tratta dell'ennesimo caso segnalato e rimbalzato alle cronache circa i rischi connessi all'uso di telefonini e smartphone che sono diventati oggetti insostituibili nella vita di ognuno di noi. Proprio per questo, è necessario che le case produttrici adottino maggiori accorgimenti, anche in termini d'informazione ai consumatori per evitare che si ripetano casi analoghi.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco