Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 248.154.863
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 19 febbraio 2018 alle 23:16

Forza Italia ''al Centro''

Caro Direttore
ho letto il tuo editoriale e mi sembra giusto aggiungere qualche parola in difesa di Forza Italia.

A Merate, è vero, siamo deboli, ma quando un partito come Forza Italia resta al centro del dibattito politico del paese per piu' di 20 anni credo sia difficile continuare a chiamarlo "partito azienda".

Berlusconi la sua grande capacità politica l'ha dimostrata subito - appena sceso in campo - quando ha saputo sdoganare partiti come AN e LEGA NORD, trasformandoli da partiti fuori dall' "Arco Costituzionale" ( ve lo ricordate ? ) in partner di governo affidabili.

E se non fosse stato "fiaccato" dagli attacchi concentrici e forsennati dei "poteri forti" del paese, avrebbe sicuramente realizzato quelle riforme profonde e coraggiose di cui il paese aveva bisogno.

Ricordate l'"avviso di garanzia" arrivato quando era alla Reggia di Caserta ?

Ora i tempi sono cambiati e Berlusconi nonostante tutto è riuscito a ritornare prepotentemente sulla scena del paese con buona probabilità di essere lui il riferimento moderato per l'intero Centro Destra.

Il "ritorno all'ovile" di Lupi, di Nava e di Piazza la dicono lunga sul cambiamento di clima che si respira nell'intero paese.

Anche Giusi Spezzaferri a Merate è ritornata in Forza Italia e io sono convinto che prima delle prossime elezioni comunali altri esponenti dell'attuale maggioranza ritorneranno alla "casa del padre".

In fondo l'attuale maggioranza di Massironi altro non era che la quota "Forza Italia" dell'amministrazione Robbiani.

Antonio Conrater

 

Caro Antonio,
lo scrivi tu stesso “…Berlusconi è riuscito a ritornare prepotentemente sulla scena del paese….”. Berlusconi, non Forza Italia che priva del suo “padrone” era precipitata all’11%. Al di là dell’uomo – almeno sottolineiamo che è pregiudicato e per frode fiscale a 4 anni, ed è dura candidarsi così alla guida del Paese – resta il fatto che il partito senza il suo fondatore non ha futuro. I ritorni all’ovile sono dettati da puro opportunismo. Fosse definitivamente uscito di scena Berlusconi non uno dei citati sarebbe rientrato in Forza Italia.

C.B.

 

.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco