Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 215.354.555
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 15/11/19

Lecco: V.Sora: 74 µg/mc
Merate: 73 µg/mc
Valmadrera: 77 µg/mc
Colico: 68 µg/mc
Moggio: 96 µg/mc
Scritto Venerdì 02 marzo 2018 alle 17:09

Dolzago: in consiglio una mozione contro le condotte discriminatorie. Bocciata la multiutility per il gas

Mercoledì sera si è tenuto il consiglio comunale a Dolzago. Dopo l'approvazione dei verbali delle sedute precedenti, è stata discussa la mozione proposta da alcuni consiglieri di maggioranza per invitare sindaco e giunta a non concedere patrocini né contributi alcuni, a coloro i quali non garantiscono il rispetto dei valori della costituzione, professando o praticando comportamenti fascisti, razzisti o discriminatori nei confronti delle diversità di genere. Secondo quanto auspicato dai proponenti (Serena Galbiati, Selena Crippa, Beatrice Civillini, Gaetano Beracchi e Dario Monti) questa concessione dovrebbe essere subordinata a una dichiarazione esplicita di rispetto dei diritti tutelati dalla costituzione. Il sindaco Paolo Lanfranchi si è detto d'accordo con il contenuto del documento, dati alcuni recenti episodi che hanno visto protagoniste certe ideologie che alimentano azioni discriminatorie. I consiglieri di minoranza invece, si sono astenuti, sostenendo che ognuno è libero di manifestare il proprio pensiero, purché in maniera non violenta.

Da sinistra il vicesindaco Beatrice Civillini, il segretario Raffaella Volpez, il sindaco Paolo Lanfranchi e l'assessore Dario Monti

Successivamente è stata data notizia di un prelevamento dal fondo di riserva: l'assessore al bilancio Dario Monti ha sottolineato che a dicembre alcuni capitoli del bilancio d'esercizio non si sono rivelati sufficienti, quindi sono stati prelevati 11.904 euro e 9.470 euro con le delibere n. 92 e 101/2017.
Al quarto punto all'ordine del giorno è stata comunicata la nomina del rappresentante dell'ente nel consiglio di amministrazione della scuola dell'infanzia "Vincenzo Bonacina", a seguito delle dimissioni di Roberto Molteni rassegnate il 22 febbraio. Il sindaco ha nominato con un decreto Antonino Caldarella, che ha già collaborato nella scuola come rappresentante dei genitori. Successivamente è stata approvata la convenzione con la Provincia di Lecco per la gestione dell'ufficio provvedimenti disciplinari in forma associata. "Dato che nei piccoli comuni questioni simili richiedono un grande dispendio di risorse, si tende a volerle gestire in forma associata per risparmiare soprattutto sui costi del personale. In particolare, la provincia propone assistenza amministrativa per i provvedimenti disciplinari a seguito di eventuali segnalazioni da parte del comune e del pagamento di una tariffa di 400 euro. La convenzione vale due anni e può essere prorogata. L'esternalizzazione di questo servizio darà maggiore garanzia di obiettività nella valutazione del dipendente" ha spiegato il sindaco Paolo Lanfranchi.
Al sesto punto è stata invece illustrata la convenzione con la Provincia di Lecco relativa alle procedure concorsuali e selettive, della durata di cinque anni: la Provincia si occuperebbe di predisporre il bando di concorso e la nomina della commissione, di occuparsi dello svolgimento delle prove e della stesura delle graduatorie. Se i comuni aderenti alla convenzione volessero espletare un concorso per la medesima posizione, la Provincia ne predisporrebbe solo uno, nell'ottica di contenere le spese. Il consiglio ha deciso di approvare la convenzione.

Primi da destra i consiglieri di minoranza Adelio Isella ed Emanuele Corti

In seguito è stato illustrato l'atto di indirizzo per l'approvazione del progetto di aggregazione societaria interessante Lario Reti Holding e società da essa controllate: essa si basa sulla proposta di accorpare Acel Service e Lario Reti Gas nella cosiddetta ''multiutility del Nord'' con società di proprietà di A2A. "Acel è un'azienda partecipata sana, quindi avevamo approvato la prima richiesta a suo tempo. Ma ora alcuni dati riguardanti le società di A2A sono secretati, quindi ritengo che dovremmo bocciare questo nuovo atto di indirizzo. Inoltre, A2A è più adeguata a città come Milano, Bergamo, Brescia, quindi non gioverebbe al nostro territorio" ha specificato Lanfranchi. La fusione non è stata approvata, dato che sia maggioranza, sia minoranza, si sono definite contrarie a questo provvedimento.
In merito al piano di emergenza comunale, il sindaco ha detto che dopo una serie di aggiornamenti è stato necessario rivederlo. Il lavoro è stato svolto a opera dei dipendenti dell'ufficio tecnico, della ragioneria e dei volontari, quindi verrà consegnata una copia al gruppo di Protezione Civile ed eventualmente anche alla cittadinanza, in formato digitale, sul sito del comune.
Il successivo punto all'ordine del giorno ha trattato l'approvazione del regolamento dell'utilizzo degli spazi comunali, in cui è stata dettagliata meglio la parte relativa agli spazi nella scuola primaria, in particolare la palestra e il saloncino al piano terra. "Possono utilizzarli enti di promozione sportiva, federazioni e associazioni del Coni e della cultura, privati o singoli. Hanno priorità i residenti e le associazioni con sede a Dolzago o che sono radicate nel comune. Il comune sarà poi garante dell'utilizzo degli spazi, firmando un'assunzione di responsabilità" ha detto il sindaco.

Il gruppo di maggioranza

L'assessore al bilancio Monti ha poi illustrato le modifiche apportate al piano finanziario, che impiegherà 6000 euro in meno rispetto al 2017. "Le tariffe di Tari e Tasi resteranno invariate, ma i pagamenti, che prima erano a settembre e novembre, saranno richiesti ora in un'unica rata, o due con scadenza al 16 luglio e al 15 ottobre. Per quanto riguarda il Documento Unico di Programmazione, è stata modificata la sezione strategica, è stato rifatto il piano triennale delle opere pubbliche, e sono state modificate alcune missioni. In merito al bilancio per il triennio 2017-2018-2019, è stato effettuato un trasferimento del fondo di solidarietà, in modo da ottenere il pareggio. Tra le spese, annoveriamo 2000 euro per la convenzione con l'ordine degli ingegneri per le pratiche sulle denunce del cemento armato, la manutenzione del cimitero, l'allungamento del marciapiedi del cimitero, i lavori per il centro sportivo, la realizzazione del parco giochi presso la Baita degli Alpini, alcuni oneri per le barriere architettoniche e alcune opere per la chiesa".

R.S.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco