Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 215.120.221
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 15/11/19

Lecco: V.Sora: 74 µg/mc
Merate: 73 µg/mc
Valmadrera: 77 µg/mc
Colico: 68 µg/mc
Moggio: 96 µg/mc
Scritto Domenica 04 marzo 2018 alle 14:58

Dolzago: 150 commensali alla cena solidale dell'Associazione Karibuny, menù senegalese

La cena solidale organizzata dall’associazione dolzaghese Karibuny ha raggiunto il traguardo della decima edizione contando anche quest’anno oltre 150 commensali. Intorno alle 19:30 di ieri, sabato 3 marzo, gli organizzatori hanno allestito un delizioso banchetto di benvenuto all’ingresso del salone principale dell’oratorio in attesa degli ospiti, mentre in cucina cuochi e camerieri terminavano gli ultimi preparativi per il menù senegalese.


Mentre in entrata, come antipasto, sono stati presentati salumi, formaggi ed in generale piatti tipici italiani, la prima portata è stata invece il Domodà, un primo del Senegal a base di pesce, riso, carne e verdure. In alternativa, un piatto vegetariano con legumi. L'organizzazione e l’allestimento hanno richiesto circa due mesi di preparazione ai venti giovani volontari determinati a raccogliere fondi in favore dei progetti dell’Istituto Missioni della Consolata.




“Nel corso degli anni abbiamo raccolto circa 40 mila euro che sono stati destinati a diversi progetti, anche a quelli supportati dal comitato lecchese per la pace e la collaborazione dei popoli - ha commentato il volontario Mirco Marelli che da diversi anni vive in alternanza tra Italia ed Africa – Ricordo sempre con piacere una cena organizzata 5 anni fa, quando la terra protagonista era il Madagascar ed abbiamo fatto questa cena per le suore di Castello Brianza che provengono da lì; ricordo che i fondi erano stati poi destinati al sostegno della chemioterapia per un abitante del posto. La cena di questa sera invece rimarrà un classico”.




Il giovane che partirà a breve per il Senegal, accompagnato da 8 brianzoli, racconta del territorio come di un altro mondo: “è un paese bellissimo, meraviglioso, di cui ci si innamora”. Parte del ricavato della serata sarà devoluto in particolare al progetto in corso denominato Sourdart, con l’obiettivo di prestare aiuto sanitario e supporto psicologico alle persone affette da sordomutismo di alcune zone del Senegal.




Al termine del pasto i partecipanti si sono lasciati andare al ritmo della musica italiana suonata per l’occasione dal novello gruppo Truemads che deve il proprio nome, oltre al significato inglese che sottolinea la bizzarria dei componenti, anche alle iniziali dei nomi dei musicisti. Una voce femminile, un basso, una chitarra e tante cover cantate all’unisono con adulti e ragazzi hanno animato il resto della serata.




“Siamo molto contenti di partecipare a questa cena – ha commentato il gruppo – perché lo scopo genuino per cui è stata organizzata rispecchia come siamo e vogliamo essere noi attraverso la nostra musica”.


L’associazione dà ora l’appuntamento al prossimo anno e ricorda che per visionare i progetti, i prossimi eventi ed anche gli oggetti artigianali equosolidali è possibile riferirsi al sito www.karibuny.it.
A.Ba.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco