Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 238.071.371
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Sabato 21 aprile 2018 alle 15:17

Dolzago: La Compagnia della Gru ospite del Gruppo Vocale Incanto

"La musica ha tante sfaccettature, tutte belle, che fanno provare emozioni diverse. Che portano al sollievo dell'anima". Si è aperta così, nel segno dell'amicizia e della bellezza della musica, la rassegna corale "Incanto di Voci 2018", che sabato sera ha riunito due diverse realtà corali nella chiesa santa Maria Assunta di Dolzago.


A fare gli onori di casa i dolzaghesi del Gruppo Vocale Incanto, con il direttore Emilio Piffaretti, felici di ospitare in territorio lecchese il coro La Compagnia della Gru, originario invece di Varese.
Coro polifonico il primo; genere gospel, spiritual, musical e pop per il secondo. Due realtà diverse, due generi differenti, uniti dalla stessa, grandissima, passione per la musica e, da questa estate, anche da una grande amicizia.

Galleria immagini (clicca su un'immagine per aprire l'intera galleria):


"Vorrei raccontarvi come ci siamo conosciuti"
, ha spiegato Emanuela Bernardo, fondatrice del Gruppo Vocale Incanto insieme al marito Emilio Piffaretti. Quest'estate, infatti, il coro dolzaghese ha fatto tappa a Riga, per partecipare al 3rd European Choir Games. Più di 150 le realtà corali arrivate in Lettonia da ogni angolo d'Europa. Solo due i cori provenienti dal Bel Paese: il Gruppo Vocale Incanto e La compagnia della Gru.


E proprio durante le fatiche del concorso internazionale organizzato dall'ente tedesco Interkultur, che ha fruttato ai due cori anche buonissimi piazzamenti e tante soddisfazioni, è nata l'amicizia tra i due cori italiani. Un'amicizia fondata sulla passione per la musica e che, proprio con la musica ha in comune diverse caratteristiche: non servono parole per far nascere emozioni diverse, che "portano al sollievo dell'anima".
"Una volta tornati in Italia abbiamo mantenuto i contatti e ci siamo detti: ‘non abitiamo poi così distanti'', ha spiegato Emanuela al folto pubblico che si è riunito nella chiesa di Dolzago.
A dicembre, infatti, le due realtà corali, insieme al coretto San Martino di Malnate, si sono incontrate in provincia di Varese, presso l'oratorio San Martino di Malnate, per la rassegna natalizia "Cori sotto l'Albero".


"A Natale ci hanno ospitato loro e ora noi ricambiamo"
, ha concluso Emanuela, dando poi la parola alla musica.
Una decina i brani proposti dai due cori, prima il Gruppo Vocale Incanto e poi la Compagnia della Gru, che hanno regalato al pubblico note tratte dal loro repertorio caratteristico. Brani più classici e polifonici per i coristi lecchesi, che hanno eseguito, ad esempio, Herr nun lassest du di Mendelssohn, Veni Emmanuel di Kodaly, Ubi caritas di Gjeilo e Ave Maria di Piffaretti.
Ritmo spiritual e gospel per La Compagnia della Gru, che si è invece cimentata in When the Saint, tradotto e arrangiato da Salvato, Higher and Higher di Wilson o Worship Medley di Carr e I Will Sing Praises di Smallwood.


"La musica non ha linguaggio. Avete sentito cantare in inglese, latino, tedesco... ma la musica e la sua emozione arrivano sempre, anche se non si comprendono le parole. Vorrei ringraziare tutti coloro che hanno reso possibile questa serata: La Compagnia della Gru, che è venuta a trovarci, Simone Poletti che ha tenuto i contatti, il comune di Dolzago che ci sostiene sempre nelle nostre iniziative e don Walter, che ci ha permesso di fare questo concerto qui nella chiesa di Santa Maria Assunta", ha ricordato Emanuela prima di presentare l'ultimo brano.
Se nella prima parte della serata i due cori si sono esibiti singolarmente, mettendo in scena il loro repertorio, per l'ultimo brano i coristi si sono radunati insieme ai piedi dell'altare.


"My Song, è un brano composto nel 2014 in occasione di un'altra grande manifestazione corale che è svolta a Riga, i World Choir Games, con oltre 400 cori da tutto il mondo. L'autore, Ēriks  Ešenvalds, è lettone e ha messo in musica una poesia di Rabindranath Tagore".
Questa mia canzone avvolgerà intorno a te, bambino mio, la sua musica, come le braccia dell'amore. Questa mia canzone sfiorerà la tua fronte come un bacio di benedizione.


Sarà come un paio d'ali per i tuoi sogni. Trasporterà il tuo cuore ai confini dell'ignoto: queste alcune delle parole della canzone, cantate dai due cori, tra gli applausi scroscianti del pubblico. Poi, prima di proseguire la festa con un ricco buffet preparato dai componenti dei due cori, una piccola sorpresa.


La Compagnia della Gru di Dolzago ha infatti donato al Gruppo Vocale Incanto un quadro con una foto ricordo dei due cori scattata sulle riva del Mar Baltico, altra testimonianza di amicizia e della bellezza della musica.
Laura Vergani
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco