Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 247.265.249
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 24 aprile 2018 alle 10:50

Stimo Cristina Bartesaghi: fa parte di quel gruppo di sindaci che si impegna a prevenire i problemi

La decisione dell'amministrazione di Abbadia Laria guidata dal sindaco Cristina Bartesaghi di concedere a 4 profughe somale - che già hanno ottenuto il riconoscimento dello status di rifugiate politiche - temporaneamente un alloggio comunale, nell'attesa tra l'altro che si possa procedere all'assegnazione dello stesso secondo le nuove regole regionali che rendono più macchinoso l'iter, non smette di far discutere.
Dopo l'intervento di Oscar Caroppo che, per conto di Forza Nuova, contesta il primo cittadino accusandolo di aver operato un sopruso nei confronti degli italiani e dopo le dure critiche espresse anche dall'assessore regionale Riccardo De Corato, condannate dall'assessore lecchese Riccardo Mariani, riceviamo e pubblichiamo la presa di posizione di Filippo Galbiati che esprime tutto il proprio apprezzamento per le capacità della collega lariana.


Filippo Galbiati
Intendo esprimere la mia stima a Cristina Bartesaghi, sindaco di Abbadia Lariana e vicepresidente dell'Ambito distrettuale di Bellano.
Con Cristina nell'ultimo anno e mezzo ho condiviso diversi incontri, riunioni, occasioni di confronto e approfondimento, tante ore spese per occuparci di politiche sociali, anziani e giovani, disabili e persone escluse dal mondo del lavoro dei nostri paesi.Ho conosciuto una persona che non si risparmia, dedica tante giornate a questi temi, sempre impegnata con lo stile del rispetto delle persone, dell'umiltà e del garbo.Sul tema dei migranti e richiedenti asilo penso di poter dire, dopo questi mesi, che gli amministratori e i politici si suddividono in due categorie e non necessariamente in due schieramenti politici.  Da un lato quelli che spendono fatiche ed ore a guardare con realismo dentro ai problemi difficili del momento e delle nostre comunità e danno il loro contributo serio. Amministratori concreti (sia di centrosinistra che centrodestra devo dire) che si impegnano a prevenire i problemi nelle loro comunità, sono consapevoli della difficoltà che investe la loro responsabilità e dell'esposizione cui necessariamente questo tema li induce. Dall'altro coloro che non spendendo un minuto, una giornata, una sera a capire come affrontare i problemi seriamente ma non perdono occasione di lisciare il pelo al facile consenso dietro le loro tastiere, spesso inconsapevoli del lavoro che si fa ed è richiesto, anzitutto per i cittadini dei nostri paesi, difronte a fenomeni complessi che localmente vanno governati per le responsabilità che abbiamo.  Cristina Bartesaghi è sicuramente uno dei migliori rappresentanti della prima categoria.Dagli altri territori lombardi, Milano compresa, e da enti sovracomunali, a Lecco e nei nostri Comuni dalla Brianza alla Valsassina non abbiamo nulla da imparare su questo tema; forse qualcosa da insegnare; e questo grazie all'impegno di persone eccezionali come Cristina Bartesaghi.
Filippo Galbiati, Sindaco di Casatenovo - Presidente del Distretto di Lecco
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco