Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 215.354.535
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 15/11/19

Lecco: V.Sora: 74 µg/mc
Merate: 73 µg/mc
Valmadrera: 77 µg/mc
Colico: 68 µg/mc
Moggio: 96 µg/mc
Scritto Giovedì 03 maggio 2018 alle 21:53

Annone B.za: aperto il cantiere del ponte, al via i preparativi per lo ''sminamento''

E' stato ufficialmente aperto quest'oggi, giovedì 3 maggio, il cantiere presso il ponte di Annone Brianza, a scavalco del chilometro 41,200 della superstrada 36 del lago di Como e dello Spluga.

Le immagini del cantiere installato nei pressi dell'ex cavalcavia tra Cesana e Annone

L'impresa esecutrice, come noto, sarà il raggruppamento temporaneo di imprese che si è aggiudicato l'appalto dell'opera, redatto da Anas, con il 20,152% di ribasso per un importo complessivo di 1.971.391 euro. L'associazioni temporanee di imprese (ATI) in questione è quindi formata da CO.E.ST. costruzioni e strade Srl (la mandataria) e Bea Service Snc (la mandante), con sede a Moliterno, in provincia di Potenza.
A partire dalla mattinata odierna i passanti hanno avuto l'occasione di vedere i primi mezzi al lavoro. Si sta già provvedendo a pulire la zona dagli alberi e dagli agenti infestanti che in questo periodo sono cresciuti nella zona. Una volta terminata questa prima fase preliminare, si provvederà con lo sminamento, un'operazione tecnica per appurare l'assenza di mine nella zona e dare il via libera ai lavori. Sarà realizzata da un'azienda specializzata che dovrà analizzare l'intero cantiere e dunque le due estremità e zone limitrofe su cui poggerà la nuova infrastruttura.
Il nuovo cavalcavia non sarà più in cemento armato, ma a unica campata, a struttura mista di acciaio e calcestruzzo: la grande trave sarà in acciaio corten mentre la rete di protezione in acciaio zincato. Sarà lungo 45 metri e formato da due travi metalliche poste lateralmente all'impalcato.


La soluzione a via inferiore appoggiata su spalle con fondazioni indirette era stata ritenuta la più opportuna da Anas, incaricata dal Ministero della preparazione del progetto, poi curato dall'ingegnere Stefano Rossi. La sezione stradale del ponte sarà costituita da due corsie di marcia da 3,25 metri e due banchine laterali di 1 metro, a cui vanno aggiunti una pista ciclopedonale di 2,50 metri e un marciapiede di servizio sull'altro lato della piattaforma, di 1,70 metri per una larghezza totale di 8,50 metri. Il calibro stradale sarà quello di una strada di ambito extra urbano: la larghezza della sede stradale della provinciale 42, in corrispondenza dell'attraversamento, verrà incrementata dagli attuali 6,70 metri a 8,50 metri, mentre i comuni hanno chiesto una maggiore attenzione alla visibilità in prossimità degli svincoli.
Al momento, invece, non è previsto che la società si servirà del piazzale a margine della carreggiata verso nord, vicino all'ingresso del centro di compostaggio. Verrà utilizzato in una fase successiva, quando dovranno essere montate le travi metalliche che compongono la struttura.


"Dopo le operazioni di sminamento, dovrebbero cominciare la demolizione dell'esistente e la creazione delle nove fondazioni, ma chiederemo all'azienda di fornirci il crono programma dei lavori, in modo da poter seguire tutte le fasi esecutive e da poter verificare che vengano rispettati i tempi" ha commentato il sindaco Patrizio Sidoti. "Al momento siamo soddisfatti in quanto l'azienda ha tenuto fede gli impegni aprendo il cantiere alla data annunciata".
Il conto alla rovescia è dunque iniziato: dovranno decorrere 340 giorni per i lavori che dovranno essere ultimati il 2 marzo 2019.
M.Mau.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco