Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 212.189.648
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 18/09/19

Lecco: V.Sora: 96 µg/mc
Merate: 112 µg/mc
Valmadrera: 101 µg/mc
Colico: 106 µg/mc
Moggio: 102 µg/mc
Scritto Giovedì 24 maggio 2018 alle 16:24

Casatenovo: lettera condivisa del consiglio a Regione e Provincia per ''fare il punto'' sul centro

Un'azione congiunta sul tema della riqualificazione del centro. Stamani dal municipio di Casatenovo è partita infatti la missiva destinata a Regione Lombardia, firmata congiuntamente da maggioranza e gruppi di opposizione. Un'iniziativa resa nota mercoledì sera dal sindaco Filippo Galbiati in apertura di consiglio comunale.

I capannoni dell'ex Vismara in Piazza del Lavoro

''Abbiamo deciso di promuovere un'azione concordata sul centro, inviando una lettera condivisa'' le parole del primo cittadino, che ha spiegato come al centro del documento vi sia la richiesta di un incontro con il nuovo assessore all'ambiente Pietro Foroni per fare il punto sull'accordo di programma per il trasferimento del salumificio Vismara a Cascina S.Anna e la conseguente riqualificazione del centro di Casatenovo, attuato per il momento soltanto a metà.
Come noto infatti, se l'azienda alimentare è operativa nella nuova sede di Campofiorenzo da un quinquennio ormai, non sono ancora partite le opere di demolizione e bonifica dei vecchi edifici indistriali che occupano gran parte del centro paese. Un tema molto complesso che in questi anni ha creato discussione e forti critiche da parte delle opposizioni, legate soprattutto alla presenza di coperture e parti in amianto all'interno dell'ex comparto produttivo.

Il consiglio comunale riunito ieri sera

La richiesta di un incontro con i nuovi vertici regionali - in parte rinnovati dopo le recenti elezioni che hanno sancito la vittoria di Attilio Fontana, candidato del centrodestra - nasce appunto dall'esigenza di tracciare un bilancio rispetto a quanto portato avanti sino ad ora e programmare ulteriori azioni congiunte poichè, nonostante l'impegno profuso, il Comune sta ancora attendendo il deposito della convenzione da parte di Ferrarini, il terzo operatore coinvolto nell'accordo di programma, mentre sono già stati adottati dalla giunta gli altri due piani integrati di intervento presentati da Immobiliare Casatenovo e Devero. Una situazione di empasse che sta pregiudicando il buon esito della vicenda urbanistica, tanto complessa quanto importante per lo sviluppo del centro casatese. La missiva è stata inviata questa mattina all'assessore regionale Foroni e ai consiglieri Mauro Piazza, Flavio Nogara e Raffaele Straniero, ma anche alla Provincia di Lecco, in particolare al presidente Flavio Polano e al consigliere delegato al territorio Bruno Crippa.

L'area ex Vister

Il testo, come ha precisato Galbiati, è stato condiviso con le minoranze, ovvero con Più Casatenovo e con il Movimento Cinque Stelle. ''Visto che l'obiettivo continua ad allontanarsi, speriamo di poter avere delle risposte concrete'' ha spiegato il capogruppo di opposizione Marco Pellegrini, con la collega Rosanna Rampin che ha precisato l'impegno personalmente profuso - oltre che da se stessa - anche da parte della collega Barbara Beretta, nel contattare gli esponenti politici di riferimento.
Inviata la missiva, ora non resta che attendere la risposta di Regione: una volta convocato, l'incontro sarà esteso anche ai capigruppo di maggioranza e opposizione.
G.C.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco