Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 298.347.435
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 13 giugno 2018 alle 19:57

Casatenovo: i ragazzi di 3°media guide alla mostra allestita con la Pro loco, SeC e Afcb

E' stato presentato domenica mattina nella sala civica di Cascina Bracchi il progetto ''C'era una volta Casatenovo...''. La sinergia tra i ragazzi di terza media dell'istituto comprensivo, la Pro loco, Sentieri e Cascine, il Gruppo fotografico AFCB e l'assessorato alla cultura del Comune, è sfociato in una mostra fotografica allestita appunto nello spazio pubblico di Via Dante, alla quale gli studenti hanno partecipato in maniera attiva.

I protagonisti del progetto ''C'era una volta Casatenovo''

Nelle giornate di sabato e domenica infatti, i ragazzi casatesi si sono cimentati nel ruolo di ''guide'' per i visitatori dell'esposizione, realizzando anche la brochure che sintetizza i temi principali del progetto: l'allevamento bovino, la coltivazione del granoturco e il lavoro del maniscalco. Tre capisaldi del mondo agricolo della Casatenovo di un tempo, soprattutto nel territorio delle frazioni. Se la grafica del volantino è stata curata dal dirigente scolastico Corrado Del Buono, i ragazzi - sotto la supervisione del professor Luigi Capraro - si sono occupati della stesura dei testi e della traduzione in lingua inglese e francese, dando così un sapore internazionale al depliant e più in generale all'iniziativa.

Al centro da sinistra il professor Capraro e il sindaco Galbiati


''Gli studenti si sono occupati anche della catalogazione degli oggetti antichi che sono qui esposti'' ha spiegato il docente. ''Oltre che del'individuazione dei termini dialettali tipici della storia di Casatenovo. Tutti i circa cento ragazzi coinvolti hanno dato la loro disponibilità a lavorare al progetto e sono stati divisi in piccoli gruppetti'' ha aggiunto, sottolineando il valore della collaborazione con il Comune e le associazioni. ''E' una sinergia che funziona bene e che va valorizzata''.


Il preside Del Buono ha precisato che la mostra rientra nel più ampio progetto denominato "Tuteliamo e Valorizziamo i nostri Beni Culturali" che mira all'educazione, al rispetto e alla tutela del patrimonio storico-artistico-ambiente del territorio comunale. Due a questo proposito le iniziative già previste nel prossimo anno, nell'ambito del cosiddetto progetto Pon (Programma Operativo Nazionale), finanziato da Fondi Strutturali Europei. Da una parte la tutela di un bene artistico presente a Casatenovo, con la realizzazione di un depliant dedicato; dall'altra la realizzazione di un sito web con una vera e propria mappa dei beni artistici del paese. Due corsi di trenta ore ciascuno che prenderanno il via da gennaio, coinvolgendo i ragazzi di prima, seconda e terza.

Da sinistra il professor Luigi Capraro, il dirigente Corrado Del Buono, Giorgio Pennati (Pro loco-Afcb)
e Guglielmo Beretta (Afcb), Rosa Adele Galbiati (Pro loco) e Francesco Biffi (Sentieri e Cascine)


Soddisfazione è stata espressa anche da Rosa Adele Galbiati, presidentessa della Pro loco di Casatenovo, rappresentata domenica anche da Giorgio Pennati che insieme agli altri soci dell'AFCB ha messo a disposizione le fotografie allestite nella mostra. ''Nell'ambito del progetto Pon abbiamo sottoscritto una lettera di intenti insieme ad altre realtà e all'istituto comprensivo. Per questo progetto ci siamo occupati di individuare una sede adatta e di sostenere i costi della stampa dei depliant e dell'organizzazione generale dell'evento''.


Un supporto fondamentale è arrivato anche dall'associazione Sentieri e Cascine rappresentata dal presidente Francesco Biffi. ''Diamo sempre volentieri sostegno ad iniziative come queste, legate alla tradizione del nostro territorio, perchè è uno degli obiettivi della nostra attività. Farlo con i ragazzi è ancora più importante perchè non hanno potuto vivere certe esperienze e ricordi ed è fondamentale mantenere la memoria del nostro passato. Si tratta di una collaborazione molto bella, che spero possa intensificarsi anche in occasione della prossima giornata ecologica. Ci piacerebbe coinvolgere i ragazzi in un'iniziativa feriale dedicata a loro'' ha spiegato Biffi.


Una bella foto di gruppo ha concluso la semplice cerimonia di inaugurazione della mostra, alla quale hanno partecipato anche i referenti dell'amministrazione comunale: il sindaco Filippo Galbiati con gli assessori Marta Picchi, Fabio Crippa e il consigliere Gaetano Caldirola.
G.C.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco