• Sei il visitatore n° 366.810.425
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Sabato 08 settembre 2018 alle 14:46

Sirone: l’11 apertura del cantiere lungo la SP49 con una durata massima di 60 giorni

L'inizio dei lavori sulla strada provinciale 49, nel tratto che insiste sul comune di Sirone, è previsto martedì 11 settembre. Lo ha confermato Giampietro Tentori, il consigliere con deleghe a viabilità, grandi infrastrutture, lavori pubblici, rapporti con i relativi enti autorizzatori e patrimonio immobiliare della Provincia di Lecco, l'ente competente per quel tratto di strada.
A seguito dell'abbassamento del manto stradale provocato dall'erosione degli argini del Gandaloglio, il torrente che si snoda a margine della strada, sul tratto di oggetto era stato istituito il senso alternato di marcia regolato da un semaforo, a poche centinaia di metri dall'incrocio della Rettola.

La SP49 a Sirone nel punto in cui è interrotta ormai da quasi due anni

Il cedimento era avvenuto nel dicembre 2016 e, a quasi due anni di distanza, starebbero per incominciare i lavori di un asse stradale cruciale che mette in collegamento la superstrada 36, nel tratto di Molteno, con la strada provinciale 639, lungo le Lecco-Como. Si tratta di un'arteria importante a livello viabilistico che si trova già privata di un collegamento, quello tra Annone Brianza e Cesana Brianza, dopo il crollo del calacavia sulla 36.
La sistemazione della strada era stata oggetto anche di un rimpallo di responsabilità tra due enti sovracomunali, la Provincia e la Regione. Alla prima spetta la competenza dell'asse viario, mentre alla seconda la manutenzione del reticolo idrico maggiore, in cui rientra, appunto il torrente Gandaloglio. La Regione non avrebbe però sentito ragioni nel fornire un contributo economico all'opera di cui si è sobbarcata i costi soltanto la Provincia di Lecco. L'ente con sede in Villa Locatelli ha trovato le risorse necessarie, pari a 300.000 euro, nel proprio bilancio approvato nel novembre 2017. A fronte del reperimento dei fondi necessari, è stata bandita la gara d'appalto a cui hanno partecipato solo cinque imprese, a fronte delle 15 invitate. Era risultata vincitrice un'associazione temporanea di imprese (ATI), Costruzioni Bertoldini srl (capogruppo) di Premana e Fratelli Locatelli sas di Locatelli Marco & C. (mandante) di Introbio che aveva offerto un ribasso un ribasso del 35,31% dei prezzi proposti a base d'asta. La conferma dell'azienda vincitrice era arrivata a inizio marzo e l'apertura del cantiere era prevista ad aprile con conclusione dei lavori entro l'estate.
Sono trascorsi ormai cinque mesi, ma non c'è stata alcuna traccia dell'avvio dei lavori. Un anonimo cittadino tra l'altro, poco tempo fa, ha espresso tutta l'amarezza verso la politica e le istituzioni, affiggendo una lettera di sfogo nel punto interessato dal cedimento stradale. "Purtroppo e per fortuna le gare pubbliche sono complesse e prima di arrivare alla firma dei contratti passano mesi" ha detto Tentori in merito al ritardo. "Verranno fatte opere di rafforzamento e consolidamento per riportare alla funzionalità quel tratto di strada".
L'apertura del cantiere è prevista, come dicevamo sopra, per martedì 11 settembre con chiusura entro un termine massimo di 60 giorni. I lavori non causeranno l'interdizione completa al traffico veicolare: i mezzi potranno pertanto transitare a senso alternato, servendosi di una sola carreggiata, come avviene già attualmente.
Articoli correlati:
07.09.2018 - Sirone: lo sfogo di un cittadino affisso sui cartelli della careggiata ristretta della SP49
M.Mau.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco