Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 255.454.702
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 30 ottobre 2018 alle 09:12

Missaglia: in tanti alla cena con specialità sarde per la Fabio Sassi

In tantissimi hanno partecipato all'iniziativa a scopo benefico organizzata sabato 27 ottobre dall'associazione "Fabio Sassi Onlus-hospice Il Nespolo di Airuno" in collaborazione con la Pro Loco di Missaglia.

La sala gremita di commensali

La "Cena fra amici" aveva lo scopo di raccogliere fondi per le attività dell'associazione, in particolare per sostenere le spese di sistemazione dell'impianto di riscaldamento dell'hospice airunese. La cena, a cadenza annuale, questa volta ha cambiato location, passando da Osnago all'oratorio di Missaglia in Via Roma, che ha ospitato ben 193 persone.

I volontari del Centro culturale Piras di Carnate

I ragazzi di Enaip Vimercate

Il cibo questa volta aveva un sapore particolarmente speciale, infatti in cucina c'erano gli amici del Circolo culturale Sardo R.Piras di Carnate, che hanno attirato ancora più ospiti con le pietanze della loro terra. Il ricco menù preparato dai cuochi del Centro Piras prevedeva un antipasto con salsiccia, pecorino, olive e pane carasau, un primo di malloreddus alla campidanese, un secondo con porceddu con verdure, per concludere con seadas e mirto, il tutto accompagnato ovviamente da vini sardi.

Da sinistra il presidente della Fabio Sassi, Albino Garavaglia con Gianni Casu

La donazione de ''I bagai di binari''

Per i palati più esigenti, c'è stata anche la possibilità di sostituire il porceddu con un arrosto di vitello, oltre che, su richiesta, la possibilità di avere un menù completamente vegetariano. Un menù quindi molto ricco e sicuramente unico, che ha soddisfatto tutti i partecipanti e che ha contribuito a trascorrere insieme qualche ora piacevole.

Oltre agli amici sardi, in sala erano presenti tanti giovani ragazzi della scuola alberghiera Enaip Lombardia con sede a Vimercate, che hanno prestato il servizio in sala come camerieri.

Oltre ad aver cenato, nel corso della serata il presidente dell'associazione "Fabio Sassi" Albino Garavaglia ha spiegato ai commensali i progetti sostenuti dall'associazione, per poi ricevere da "I bagai di binari" di Cernusco un contributo economico della somma di mille euro a simboleggiare il sostegno verso l'operato dell'associazione airunense.

Il presidente, durante il suo intervento, ha tenuto a sottolineare l'obiettivo di queste serate, nonché a ringraziare chi ha collaborato alla riuscita della manifestazione. "Organizziamo questa ricorrenza una volta l'anno con amici, volontari, e chiunque voglia partecipare per raccogliere fondi. Queste cene hanno infatti due obiettivi: uno è quello di raccogliere soldi per finanziare le nostre iniziative, l'altro è quello di fare conoscere la Fabio Sassi. Siamo contenti di avere sempre una buona partecipazione, ma dobbiamo ringraziare per questo anche chi ci dà una mano, quindi in questo caso l'associazione Piras che ha cucinato, i ragazzi che hanno servito in sala e anche don Bruno e don Emanuele, che ci hanno ospitato e permesso di utilizzare questa struttura" ha detto Garavaglia.

L'appuntamento per la prossima cena tra amici sarà il prossimo anno, ma per chi lo desidera, è possibile fare una donazione all'associazione Fabio Sassi per aiutarli nel loro percorso di aiuto ai malati e alle loro famiglie cercando di dare a tutti "dignità alla fine della vita".
Alessandro Vergani
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco