Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 234.736.919
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Domenica 09 dicembre 2018 alle 08:15

A Rogoredo si respira aria di festa grazie al mercatino de ''Il trifoglio'' nell'area fiera

Bancarelle, dolci, regali e libri sono stati i protagonisti del consueto appuntamento con i mercatini di Natale organizzati dalla cooperativa Il Trifoglio nell’area della fiera di Rogoredo sabato 8 dicembre. L’atmosfera natalizia e lo spirito di festività si sono respirati fin dal mattino quando i diversi banchetti sono stati disposti attorno al percorso che in estate si snoda attraverso la fiera di San Gaetano e che ha permesso ai visitatori di passeggiare per le diverse zone del mercatino.

Infatti, a partire dall’entrata della fiera, le prime bancarelle ad accogliere adulti e bambini sono state quelle della scuola dell’infanzia Giovenzana di Casatenovo, SS. Angeli di Rogoredo e San Giuseppe di Campofiorenzo le quali hanno messo in vendita oggetti di artigianato, giochi e decorazioni varie per devolvere il ricavato ai diversi istituti e hanno poi intrattenuto i più piccoli con lavori a gruppetti e la possibilità di disegnare e colorare insieme alle maestre.

Come ogni anno poi, una presenza significativa è stata sicuramente quella delle associazioni, la vera spina dorsale della vita sociale casatese che da sempre cercano di riportare all’attenzione dei cittadini, soprattutto in vista delle imminenti feste, la necessità di sostenere tutti coloro che versano in situazioni di disagio o che semplicemente hanno bisogno di aiuto o compagnia e che proprio in occasione dei mercatini possono essere luogo di scambio e condivisione di esperienze, idee e confronto. Tra questi ad esempio l’associazione Amici di Villa Farina, il gruppo missionario della parrocchia di Galgiana, Progettomondo.mlal, il gruppo dell’oratorio, i volontari della parrocchia e tutti quei sodalizi che con la vendita e il ricavato ottenuto sostengono le diverse realtà sociali del territorio.
Galleria immagini (clicca su un'immagine per aprire l'intera galleria):

Al centro della fiera ha trovato posto come di tradizione il mercatino dei libri usati del gruppo missionario di Casatenovo che, mettendo a disposizione decine di bancarelle con libri di ogni tipo e genere, permettono a persone di tutte le età di avvicinarsi più facilmente al mondo della lettura, oltre che a sostenere le missioni e le opere da esso realizzate nel corso dell’anno. Giocattoli, maglioni fatti a mano, portachiavi, decorazioni natalizie e opere d’arte realizzate con materiali riciclati e alternativi sono stati poi presenti su tutte le bancarelle che hanno partecipato alla fiera e che hanno attirato l’attenzione dei passanti soprattutto per i colori vivaci e brillanti dei prodotti che sono stati esposti con cura.

Non sono mancati poi gli angoli più dolci e gustosi che hanno accontentato anche i più golosi, i quali hanno potuto degustare o acquistare mieli, panettoni, torte, riso e marmellate realizzate dalle diverse aziende agricole del territorio che hanno dato la possibilità di far provare a tutti la propria produzione. A rendere l’atmosfera davvero festosa ha poi contribuito il suono delle zampogne che ha accompagnato tutto il pomeriggio di scambi e vendite e soprattutto l’attesissima slitta di Babbo Natale che ha trovato spazio all’inizio della fiera e che ha permesso ai bambini di poter scattarvici sopra alcune foto. Volontari, animatori e membri della comunità di Rogoredo hanno poi contribuito con il loro impegno alla preparazione e distribuzione in loco di castagne, bibite, caramelle, vin brulè e altre specialità natalizie e autunnali che hanno riscaldato i partecipanti a partire dal mattino fino a tardo pomeriggio al momento di chiusura del mercatino.

Verso sera infatti, grande è stata la soddisfazione per i gruppi e i venditori singoli che hanno preso parte all’iniziativa poichè di comune accordo si sono ritrovati nell’affermare che il tradizionale appuntamento con la fiera è sempre un evento ricco di gioia e coinvolgimento che riesce ad attirare ogni anno sempre più persone anche provenienti da realtà esterne e che amplificano il senso di festa generale. Ritrovarsi con amici e parenti per scambiarsi gli auguri prima delle feste è un momento speciale per molte persone, e riesce a costituire per tanti l’occasione preziosa di riscoprirsi parte di una comunità attiva e stimolante capace di accogliere tutti.
M.B.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco