• Sei il visitatore n° 345.268.112
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Domenica 20 gennaio 2019 alle 19:56

Rogoredo: 50 carri sfilano per le vie del paese nella Giornata del Ringraziamento di Coldiretti, poi i festeggiamenti in Oratorio

50 carri e trattori e più di 300 posti a sedere in oratorio di Rogoredo in occasione dell’attesissima festa del Ringraziamento che ormai da anni coinvolge la comunità dei cittadini casatesi e che anche questa domenica 20 gennaio ha visto in tantissimi partecipare ad un evento sempre all’insegna del divertimento e della condivisione.




La manifestazione, organizzata come di consueto dalla sezione di Casatenovo dell’associazione Coldiretti, è iniziata a partire dalle ore 8.00 da via Volta, dove è cominciata la sfilata dei carri attraverso i diversi capoluoghi e le frazioni del Comune, e ha raccolto a sua volta il seguito di adulti e bambini che hanno seguito il corteo fino a Rogoredo. I carri presenti all’evento sono stati allestiti e addobbati dai gruppi degli oratori di ogni frazione che hanno presentato ciascuno un tema particolare e originale per sfilare con abbigliamenti, attrezzi da lavoro e strumenti di ogni tipo che ricordassero in maniera specifica una particolare professione, tra cui il contadino, il pizzaiolo, il muratore e il panettiere.

VIDEO



Sopra alcuni carri hanno poi trovato posto anche alcuni amici a quattro e due zampe, che hanno suscitato la curiosità soprattutto dei più piccoli, attirati dalla possibilità di avvicinarsi ai gruppi di oche, pappagalli, galline e altri animali da stalla che hanno animato il corteo con i loro suoni. La sfilata, in particolare, si è snodata attraverso le frazioni di Valaperta, Galgiana, Campofiorenzo e Rogoredo passando anche per il centro di Casatenovo e offrendo cibo e vino alla gente incontrata per strada o radunatasi per attendere l’arrivo del corteo. Intorno alle ore 11 i carri, trascinati ciascuno dal rispettivo trattore, sono arrivati presso l’oratorio di Rogoredo dove sono stati disposti uno di fianco all’altro presso il cortile esterno della struttura, dove ha potuto avere inizio la vera festa per la comunità.




In pochissimi minuti, infatti, sono stati raggiunti dalla folla di persone che si era precedentemente raggruppata fuori dalla chiesa per attendere l'arrivo dei carri. I festeggiamenti, dunque, sono cominciati proprio nel segno della condivisione, con l’offerta e la distribuzione delle diverse pietanze preparate nel corso della mattinata direttamente a bordo dei mezzi. Trippa, pizza, salamelle, lenticchie e bruschette sono stati i piatti più cucinati e offerti a tutte le persone che si sono ritrovate in oratorio per questa ormai storica manifestazione, accompagnati da vino e altre bibite che hanno messo d’accordo i palati di grandi e piccoli. Presso il cortile esterno hanno trovato posto anche i carri della Scuola dell’infanzia di Rogoredo che ha presentato una mostra di disegni e altre opere realizzate a mano, così come le piattaforme appositamente costruite per ospitare gli animali e tutto l’occorrente per assisterli nel corso della giornata, che hanno dato la possibilità anche ai partecipanti di nutrirli di propria mano oppure di accarezzarli.

Galleria immagini (clicca su un'immagine per aprire l'intera galleria):

Mentre i festeggiamenti hanno cominciato a riscaldare l’animo della comunità, contemporaneamente alle ore 11 è stata celebrata nella chiesa di San Gaetano la S. Messa che ha radunato fedeli e volontari per un momento di raccoglimento e preghiera. La funzione è stata celebrata dal parroco e prevosto della comunità pastorale di Casatenovo don Antonio Bonacina, che ha ringraziato tutti i presenti e gli organizzatori della giornata, ricordando il valore della natura e anche della solidarietà. “Il Vangelo di oggi esprime il concetto di prendersi carico anche degli altri, che va nella maggiore proprio nel mondo contadino” ha quindi sottolineato don Antonio durante l’omelia, aggiungendo: “Ringraziamo il Signore per i doni della terra. Sappiamo quanto sia importante il rispetto dell'ambiente, e proprio a tal proposito teniamo presente la "Laudato sii" di Papa Francesco. Ricordiamo anche il concetto di solidarietà che la figura di Maria ha espresso in maniera così unica ed autentica: dovremmo sentirci tutti responsabili perché le cose funzionino e vadano bene”.




Al momento dell’Offertorio i bambini e i volontari, vestiti con gli abiti tradizionali, con il sindaco di Casatenovo Filippo Galbiati, hanno portato all’altare frutta e ortaggi, prodotti della terra, gli attrezzi da lavoro e anche un bellissimo e candido agnellino. Presente in chiesa, oltre ai numerosissimi fedeli, anche il maresciallo Christian Cucciniello della locale stazione dei carabinieri. A concludere la celebrazione, animata dai canti della corale San Gaetano, infine, è stata la lettura della Preghiera del Contadino. I festeggiamenti si sono quindi potuti aprire ufficialmente a seguito della benedizione dei carri in oratorio e tutta la comunità è stata invitata a prendervi parte grazie al coinvolgimento, alla gioia e all’entusiasmo dei volontari e degli organizzatori.




Alle ore 12.30 si è poi svolto il pranzo riservato a coloro che hanno sfilato con i carri per le vie del paese e nel pomeriggio ha avuto luogo anche la pesca dei premi della lotteria il cui ricavato, insieme ai doni raccolti in occasione della manifestazione, sarà devoluto alle Suore e agli Asili delle parrocchie e alle Piccole Serve. L’atmosfera di festa e lo spirito di condivisione creato dai tradizionali carri e dai suoi realizzatori ha permesso agli organizzatori e a tutti i partecipanti di tracciare un bilancio più che positivo e soddisfacente dell’evento, che si è dimostrato ancora una volta un’occasione per ritrovare amici e parenti e per respirare pienamente il calore della propria comunità.
L.V. - M.B.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco