Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 243.236.008
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Venerdì 15 marzo 2019 alle 09:20

Cassago, elezioni: c'è ancora incertezza sulla terza lista

Il mistero ancora avvolge la terza lista in corsa per le elezioni amministrative di Cassago Brianza. Se la divisione nel campo dell'attuale maggioranza è ormai manifesta, anche in consiglio comunale, ancora incerto appare il destino della terza lista. L'unica certezza, seppur senza il sigillo dell'ufficialità, è il nome della candidata sindaco, l'avvocata Roberta Marabese che però, non si è lasciata sfuggire alcuna informazione al riguardo. Ogni domanda è stata accolta dal silenzio e da un "quando sarà ora, lo faremo sapere a tutti". Una sorta di reticenza che ha contraddistinto anche il referente per il casatese della Lega, Alberto Spreafico. "Non ho novità: rimane sempre la difficoltà a trovare persone pronte a impegnarsi". Ad alcuni nomi che stanno circolando in questi ultimi giorni, è "improbabile" che si aggiunga, "per motivi personali", anche quello dell'attuale capogruppo della minoranza Obiettivo Cassago Futura, Paolo Amati, che renderà pubblica la sua scelta, in un senso o nell'altro, nelle prossime settimane. "Non sono personalmente impegnato nella preparazione della nuova lista" rivela. "Improbabile" a suo dire, anche il coinvolgimento dell'attuale opposizione nel nuovo gruppo che si sta costruendo attorno alla candidatura di Roberta Marabese ma di cui non si conosce ancora né il nome, né il simbolo. Per alcuni sarà quello della Lega anche se il referente Alberto Spreafico non conferma, tenendo aperte tutte le opzioni: "non so ancora se ci sia o meno la disponibilità di tutti i candidati a presentarsi e a riconoscersi nel nostro simbolo". Dal 1994 sarebbe la seconda volta per un simbolo di partito alle elezioni comunali di Cassago Brianza: in quell'occasione, la tornata elettorale del 23 aprile 1995, fu proprio la Lega, allora Nord, guidata da Guido Ratti, a ottenere trecentosessanta tre voti, il 14,06%, e un consigliere nell'assise comunale. Cinque anni fa il tentativo di Paolo Amati di ottenere l'appoggio ufficiale della struttura partitica provinciale, in quel caso il NCD (Nuovo Centro Destra), finì in un nulla di fatto. Proprio il diverso punto di riferimento partitico della lista dell'opposizione di allora, Forza Italia nelle sue diverse forme, e di quella di oggi, la Lega, potrebbe essere alla base dell'"improbabile coinvolgimento" di Obiettivo Cassago Futura nella terza lista di oggi. Che, al di là del simbolo e del nome ancora da decidere, o perlomeno annunciare pubblicamente, e a meno di sorprese all'ultimo minuto, non dovrebbe proprio mancare.
A.P.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco