• Sei il visitatore n° 344.921.799
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 27 marzo 2019 alle 16:11

Sirone: don Alessio Albertini del CSI parla dell'importanza dello sport in oratorio

La comunità pastorale SS Martino e Benedetto, comprendente le parrocchie di Molteno con Garbagnate M.ro, Brongio e Sirone, in occasione della missione popolare di quest'anno ha proposto, martedì 26 marzo, un incontro, presso il teatro San Carlo di Sirone, alla presenza di don Alessio Albertini, assistente ecclesiastico nazionale CSI.

Don Alessio Albertini fra don Francesco Beretta e il parroco don Massimo Santambrogio della comunità pastorale SS Martino e Benedetto

L'evento, rivolto ad educatori, genitori, allenatori ed atleti, è stato realizzato con il proposito di riscoprire il valore dello sport all'interno dell'ambiente oratoriale. È una tematica che riguarda particolarmente da vicino questo territorio in quanto nella comunità pastorale, sono inserite ben cinque società sportive, valore aggiunto per la comunità e per gli oratori.
"Ho trascorso 20 anni come prete presso due oratori della nostra diocesi e ormai da 7 anni sono impegnato a tempo pieno nel CSI come assistente ecclesiastico nazionale. Mi piace l'idea che in un contesto di evangelizzazione, come quello della missione popolare, in cui si riscopre la nostra fede come fonte di gioia, sia importante volgere l'attenzione anche all'attività sportiva come esperienza di unione e condivisione straordinaria. L'attività sportiva, all'interno del contesto oratoriale, non ha come finalità quella di convertire chi la pratica ma è un'occasione di grande integrazione in cui si azzerano le differenze tra i ragazzi, di qualsiasi tipo esse siano" ha introdotto don Alessio ricordando il fine principale dello sport.

Il sacerdote ha poi sottolineato l'importanza e il ruolo dello sport, soprattutto nel periodo dell'età evolutiva, come strumento di crescita e formazione per i ragazzi, attribuendo di conseguenza una grande responsabilità alla parrocchia, agli allenatori e ai genitori. "Credo sia importante che coloro che si prestano a compiere un'attività educativa debbano ispirarsi alla figura del pescatore, che insegue i pesci, e alla figura del contadino che getta il seme e pazientemente aspetta che germogli. È importante che l'educatore si avvicini ai ragazzi e alle loro esperienze ma al tempo stesso aspetti che il ragazzo maturi con i propri tempi e le proprie modalità. Una terza figura estremamente importante è quella della sentinella, capace di custodire, indirizzare ed allontanare il pericolo. Al giorno d'oggi si sta insidiando una cultura sportiva pericolosa in cui viene insegnato che l'unica cosa importante è vincere, senza badare al percorso di crescita che è esso stesso una grande vittoria. Dobbiamo riportare l'attenzione su altri valori che trasmette lo sport: la condivisione, lo spirito di sacrificio, il superamento dei propri limiti e la stessa accettazione di quest'ultimi" ha proseguito don Alessio ricordando a tutti gli educatori l'importanza di fermarsi a riflettere sul proprio operato.

"È fondamentale che i nostri ragazzi sentano che noi siamo lì per loro. Sentano che, indipendentemente dalle prestazioni che raggiungeranno in campo, noi ci interessiamo alla loro vita e siamo consapevoli del loro immenso valore. Il compito principale di un allenatore non è la competenza ma la gratuità e la generosità, il saper trasmettere generosamente la bellezza della vita ai giovani. In un mondo in cui tutto ha un prezzo e ormai nessuno fa niente se non ha un proprio tornaconto, far sentire ai nostri ragazzi che qualcuno gli vuole semplicemente bene è straordinario" ha detto ancora don Alessio, concludendo il proprio intervento con un grazie ai presenti.

Il religioso originario di Besana ha infine ricordato che la vittoria più grande che si possa raggiungere sia educare i ragazzi a non avere rimpianti, spronandoli a dare il meglio di sé combattendo le proprie paure, insicurezze, limiti e pigrizie.
Sara Ardagna
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco