Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 205.134.758
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 18/07/19

Lecco: V.Sora: 152 µg/mc
Merate: 142 µg/mc
Valmadrera: 169 µg/mc
Colico: 127 µg/mc
Moggio: 149 µg/mc
Scritto Lunedì 22 aprile 2019 alle 18:58

Basket, A2: sconfitta pasquale per Costa

Cuore, grinta, coraggio, determinazione, tecnica, intensità, spirito di sacrificio, voglia di non mollare: stasera trovare l'aggettivo giusto per descrivere la partita delle pantere diventa veramente complicato. Guidata da un pubblico meraviglioso e caldissimo, Basket Costa si impone nel big-match contro Alpo Villafranca, in una partita in cui, tranne due brevi parentesi alla fine del primo e del terzo quarto, ha sempre tenuto le redini del match. Un successo costruito sul dominio a rimbalzo (55-38 alla fine) e sulle fiammate in attacco: le pantere hanno provato a scappare in diverse occasioni, ma l'Ecodent Point è sempre stata brava ricucire il gap, fino agli ultimi dieci minuti, dove le padrone di casa hanno dato la spallata decisiva.

La cronaca
L'atmosfera è bollente a Costa Masnaga: la cornice di pubblico è quella delle grandi occasioni e le pantere, che partono in quintetto con Balossi, Baldelli, Rulli, Picotti e Vente, ne traggono subito beneficio. Parziale di 9-2 firmato da Vente, Picotti e Balossi. Le veronesi sbagliano troppo da sotto, ma con pazienza riescono a reagire. Prima Zampieri, poi Ramò e Vespignani, infine Galbiati: così Alpo mette per la prima volta il naso avanti, 9-10 con un controbreak di 8-0. Basket Costa, però, non si fa intimorire e risponde colpo su colpo: la tripla di Spinelli vale il 14-10 con cui si conclude il primo parziale. Entrano anche Tibè e capitan Longoni e la B&P Autoricambi Costa Masnaga vola sul +8, difendendo con intensità e lasciando poco spazio al tiro pesante di Alpo. Dell'Olio ha nelle mani i due liberi per tornare a -4, ma li sbaglia entrambi e un bel gancio di Liga Vente riallunga il gap, 23-15 al 15'. Villafranca non riesce a trovare contromisure alla lettone sotto canestro, ma Basket Costa non sfrutta abbastanza tale situazione. Vespignani prima accorcia con una tripla e poi si becca un tecnico: le pantere ringraziano e Vente, su assist di Balossi, firma il massimo vantaggio, 28-19 al 16'. Ramò e Pertile trovano punti dalla lunetta, Baldelli risponde subito convertendo in due punti un buon rimbalzo offensivo e l'inerzia sembra saldamente nelle mani di Basket Costa, 30-21 al 18'. Sale di tono, invece, la difesa di Villafranca e anche l'attacco delle veronesi sembra sbloccarsi: parziale di 8-0 per il 30-29 su cui si va all'intervallo lungo. L'elastico continua anche nel terzo quarto, ma Picotti, Rulli e Balossi rimettono nuovamente sette punti tra la capolista e Alpo: 36-29 al 24'. Ancora una volta Villafranca riesce a rifarsi sotto, guidata da Pertile, ma è Tibè a rispondere con la stessa moneta, ben lanciata a canestro da Balossi: 40-33 al 28'. Negli ultimi due minuti della terza frazione, però, succede di tutto: prima viene fischiato un tecnico a Spinelli, poi un antisportivo a Frustaci che fa letteralmente imbufalire tutto il palazzetto. Alpo sfrutta il momento di confusione per piazzare un parziale di 8-0 con cui rimette il naso avanti, 40-41 al 30'. Si entra nell'ultimo quarto in un'atmosfera caldissima, con Frustaci e Rulli che riportano avanti Basket Costa. Quando Baldelli, però, si inventa una pazzesca tripla da oltre sette metri, il palazzetto diventa incandescente: 47-41, break di 7-0 e time-out chiamato immediatamente da coach Soave. Baldelli, però, è on-fire ed estrae dal cappello un'altra magia, con un gioco da tre punti che fa volare le pantere, 50-41 a 7' dalla fine. Alpo prova a riaccorciare nuovamente, ma questa volta l'elastico è destinato a saltare. Balossi segna da tre e riporta Basket Costa sul +8. Scarsi (un libero) e Dell'Olio provano a condurre la rimonta, ma le pantere hanno alzato i giri del motore: cinque punti in fila di Spinelli (il secondo canestro su assist di Tibè) lanciano definitivamente le padrone di casa sul +10 a 3' dalla fine. Zampieri replica subito dalla lunga distanza e qualcuno comincia a vedere i fantasmi della finale playoff dello scorso anno: questa, però, è un'altra storia e i due punti di Baldelli in entrata suggellano una grande vittoria. Finisce 60-51.

Le interviste
Ecco il commento nel post-partita di coach Gabriele Pirola: "Innanzitutto abbiamo trovato un buon ritmo difensivo e attaccato con pazienza una difesa difficile, molto esperta e fisica. Dopodiché ci siamo alternate in 9 in campo, trovando qualcosa di buono da tutte e sfruttando al massimo i momenti positivi di tutte. Abbiamo dovuto prendere 20 rimbalzi in più per vincere. E provare a contenerle fisicamente, cosa che ci è costata 23 tiri liberi subiti (contro 4 a favore): una gran fatica di squadra". - poi continua sul momento di caos nei minuti finali della terza frazione - "In quel frangente gli arbitri hanno girato l'inerzia senza motivo, accanendosi su situazioni valutate male, e riportando Alpo sotto. Cosa che in una partita così può essere determinante: dopo il time out ho chiesto alle ragazze di stare sul pezzo e riprendere la gara in mano, senza atteggiamenti deleteri". - sull'elastico nel punteggio - "Ci hanno recuperate in ogni quarto, tranne l'ultimo. Nei primi due con pieno merito, sono una squadra forte e noi le abbiamo lasciate recuperare in 2' ciò che ci eravamo costruite nei primi 8' di ogni periodo. Nel 3° sono stati quei fischi a ribaltare la gara. Bravissime a restare sul pezzo e portarla a casa negli ultimi 10'. Fare la gara a inseguire e venire ristaccati ogni volta è faticoso: sì, credo che questo andamento abbia inciso nel finale". - sul finale della stagione regolare e sull'ultimo step da compiere -"Comunque non stiamo ancora giocando nei playoff, mancano due gare. Quindi, mi aspetto di veder crescere la capacità di comunicazione e la coesione di squadra. Per completare il quadro vorrei anche un filo di faccia tosta in più. Sarebbe la ciliegina sulla torta".

Tabellino
B&P Autoricambi Costa Masnaga - Ecodent Point Alpo Villafranca 60-51 (14-10; 30-29; 40-41)
B&P Autoricambi Costa Masnaga: Rulli 4 (2/7, 0/2), Balossi 9 (3/5, 1/4), Baldelli 13 (3/4, 2/8), Picotti 7 (2/6, 1/5), Vente 11 (5/10), Discacciati ne, Longoni (0/1, 0/3), Frustaci 2 (1/2), Spinelli 10 (2/4, 2/34), Tibè 4 (2/3), Allevi ne, Colognesi ne. All. Pirola
Rimbalzi 55 (19 off + 36 dif): Rulli 11, Baldelli e Picotti 8, Tibè 7, Vente 6.
Assist 16 (Baldelli 6)
Note: 2PT 20/42 48%, 3PT 6/26 23%, 2/4 50%, PP 21, PR 9, FF 23, FS 14
Ecodent Point Alpo Villafranca: Pertile 8, Vespignani 7, Galbiati 9, Dell'Olio 8, Scarsi 3, Zanella ne, Zampieri 9, Pastore ne, Ramò 7, Cecili, De Rossi ne All. Soave
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco