Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 233.842.448
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 23 aprile 2019 alle 17:48

Arrestati nel cuneese con 8 chili di marijuana due soggetti di Castello e Monticello e un complice di Busnago


La droga sequestrata dai militari ai tre brianzoli

Pasqua dietro le sbarre del carcere di Cuneo per due lecchesi - di Monticello e Castello Brianza - e un terzo soggetto di Busnago (Monza e Brianza) tratti in arresto nei giorni scorsi dai Carabinieri del locale Comando Provinciale nell'ambito di mirati controlli del territorio volti anche al contrasto del traffico di stupefacente. E proprio una partita di droga ha inguaiato il terzetto, composto da italiani, dai 32 ai 45 anni, in transito sulle strade di Borgo San Dalmazzo, paesotto di poco più di 12mila anime dove tutti conoscono tutti, militari inclusi. Proprio il passaggio di due vetture "forestiere" che si sarebbero prima fermate una dopo l'altra nello stesso spiazzo per poi ripartire, quasi a volersi aspettare a vicenda, ha attirato l'attenzione degli uomini del nucleo radiomobile, facendo scattare una accurata perquisizione una volta appurato che a bordo dei due mezzi vi erano persone non del posto, non in grado di spiegare il perché si trovavano nel cuneese ma al contempo vistosamente in agitazione. Nel cofano di una delle due automobili sono così saltati fuori due sacchi neri contenenti quasi 8 kg di marijuana, suddivisi in panetti più piccoli in imballaggi sottovuoto. Secondo la ricostruzione degli inquirenti i tre - residenti in provincia di Lecco - avrebbero agito in "sincronia" in una sorta di "staffetta" con l'auto "pulita" - con 2 soggetti a bordo - messa in strada per fare da apripista all'altra, con il "prezioso" carico illegale di cui non è stata resa nota la provenienza né la destinazione. Al termine degli accertamenti di rito i tre uomini sono stati dichiarati in stato di arresto e condotti presso il carcere di Cuneo a disposizione dell'autorità giudiziaria.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco