Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 205.134.969
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 18/07/19

Lecco: V.Sora: 152 µg/mc
Merate: 142 µg/mc
Valmadrera: 169 µg/mc
Colico: 127 µg/mc
Moggio: 149 µg/mc
Scritto Giovedì 25 aprile 2019 alle 15:52

Basket A2: la B&P Costa Masnaga vince anche a S. Martino di Lupari

Gara difficile e ostica doveva essere, ed effettivamente così è stata. Fanola San Martino di Lupari mette i bastoni tra le ruote alle pantere per tre quarti, ma negli ultimi dieci minuti l'allungo di Baldelli e compagne è quello decisivo. Il parziale di 12-0 in apertura dell'ultima frazione taglia le gambe alle padrone di casa, che non riusciranno più a tornare a contatto, finendo anche a -16.

La cronaca
Basket Costa parte con Balossi, Baldelli, Rulli, Picotti e Vente in quintetto e deve rinunciare a Spinelli, come da previsioni della vigilia. L'inizio è tutto di marca San Martino di Lupari, che confeziona un parziale di 8-1 per far capire alle pantere che non sarà una passeggiata espugnare questo campo. Dopo il libero di Vente, è di Rulli il primo canestro su azione della B&P Autoricambi Costa Masnaga, che però fa una gran fatica a trovare ritmo offensivo, sfruttando pochissimo il vantaggio sotto i tabelloni. Nonostante tutto, il primo quarto si chiude sul 10-11 per la pantere, grazie alla tripla di Longoni, propiziata dall'ottimo impatto sul match con annesso rimbalzo offensivo di Frustaci, a 13" dal termine della frazione. Nel secondo quarto la coppia Vente-Tibè, ben coadiuvata dall'apporto difensivo di Frustaci, produce il primo mini-allungo di Basket Costa sul 16-19 al 13'.



Tanti, troppi errori dal campo, però, bloccano la fuga e consentono alle venete di operare il contro-sorpasso, grazie al canestro di Pasa, 21-19 al 16'. Balossi e Rulli tengono a contatto Basket Costa, poi Vente appoggia al tabellone altri due punti per il 23-25 con cui si va all'intervallo lungo. Nel secondo parziale le pantere hanno sfruttato di più il gioco interno, ma continua a mancare la continuità, anche difensivamente. Rulli battezza subito la terza frazione dalla lunga distanza, poi quattro punti in fila di Vente e un altro canestro della campionessa del mondo nel 3vs3, sempre su assist di capitan Longoni, sembrano spianare la strada all'allungo della B&P Autoricambi, 29-35 al 25'. Baldi, con due liberi, prova a riportare sotto San Martino di Lupari, ma la tripla di Discacciati sembra aver cambiato definitivamente l'inerzia. Eppure, in meno di un minuto, le padrone di casa rispondono con un 5-0 con cui riaccorciano fino a -2, 36-38 al 27'. Coach Pirola vuole parlarci su chiamando time-out e inserisce Picotti e Tibè al posto di Rulli e Vente. Milani pareggia, Baldelli brucia la retina da tre punti, ma la risposta di Baldi è immediata: 41-41 al 30'.Due liberi di Baldelli aprono un ultimo quarto in cui l'equilibrio sembra dover regnare fino alla fine. La solita fiammata della B&P Autoricambi, però, non poteva non arrivare ed è quella decisiva: parziale di 12-0 e Basket Costa vola sulle triple di Baldelli, i recuperi di Balossi, i rimbalzi di Tibè, gli assist di Longoni e i liberi di Rulli, 41-55 al 34'. Timeout immediato per le venete, che trovano subito una tripla con Rosignoli che potrebbe riaprire il match, ma Rulli e Tibè dalla lunetta portano sul +14 le pantere, 44-58 al 36'. Picotti (anche 8 rimbalzi alla fine) sigla il massimo vantaggio sul +16, 44-60: le due triple di Amabiglia sono l'ultimo tentativo disperato di San Martino di Lupari di tornare a contatto, ma il canestro di Vente, a 1'25 dalla fine, sigilla la vittoria di Basket Costa. Finisce 50-62 e il primo posto definitivo in regular season è sempre più vicino.

Le interviste
Ecco il commento nel post-partita di coach Gabriele Pirola: "Nei primi tre quarti non ha funzionato che ci siamo addormentate in difesa e in attacco ci siamo fatte innervosire dalle avversarie. C'era pressione difensiva da parte di San Martino e lo sapevamo, però abbiamo comunque perso tempi e spazi che volevamo. La nota positiva è che siamo rientrate mentalmente un po' meglio nel secondo tempo, quantomeno per la fase offensiva. Della difesa, invece, non sono contento: troppe disattenzioni e gli obiettivi che ci eravamo prefissate li abbiamo persi di vista troppo spesso. Si può definire una vittoria da squadra solida, che ha dato la botta alla partita quando più contava".

Tabellino
Fanola San Martino di Lupari - B&P Autoricambi Costa Masnaga 50-62 (10-11; 23-25; 41-41)
Fanola San Martino di Lupari: Milani 10, Pasa 9, Vettore, Amabiglia 11, Baldi 7 (12 rimbalzi), Fietta ne, Peserico 4, Boaretto 2, Crocetta, Benato ne, Profaiser 2, Rosignoli 5. All. Valentini
B&P Autoricambi Costa Masnaga: Rulli 14 (3/6, 1/4), Balossi 2 (1/1, 0/1), Baldelli 12 (0/2, 3/5), Picotti 4 (1/5, 0/2), Vente 16 (7/15, 0/1), Discacciati 3 (1/2 da tre), Colognesi ne, Spinelli ne, Frustaci (0/1 da tre), Tibè 8 (3/4), Longoni 3 (0/5, 1/4). All. Pirola

Rimbalzi 46 (14 off + 32 dif): Rulli 9, Picotti 8, Vente 7, Tibè 6, Frustaci 5
Assist 8: Longoni e Baldelli 2
Note: 2PT 15/38 39%; 3PT 6/20 30%; TL 14/21 66%; PP 16, PR 11, FF 14, FS 16
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco