Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 326.930.692
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Giovedì 25 aprile 2019 alle 16:03

Castello, Colle e Ello celebrano il 25 Aprile insieme ricordando la libertà che va difesa

I comuni di Colle e Castello di Brianza, con la partecipazione del comune di Ello, hanno celebrato quest'oggi la ricorrenza della 25 aprile, 74° anniversario della Liberazione.

I sindaci Manzoni e Riva premiati dall'associazione nazionale combattenti e reduci

La cerimonia ha avuto inizio alle 9.30 con la deposizione della corona d'alloro presso il monumento ai caduti di Brianzola, alla presenza del gruppo Alpini. Successivamente nella chiesetta di Giovenzana si è svolta la messa e, a seguire, la consegna della tessera A.N.C.R. al socio simpatizzante Francesca Fumagalli e, in occasione del centenario di costituzione dell'associazione nazionale combattenti e reduci, il conferimento dei diplomi di fedeltà ai sindaci Marco Manzoni di Colle Brianza e Aldo Riva di Castello di Brianza, dalla federazione provinciale di Como.

Il sindaco di Ello, Virginio Colombo

I sindaci hanno rivolto sinceri ringraziamenti a tutti coloro che hanno collaborato alla realizzazione di quest'importante cerimonia: l'amministrazione comunale di Colle e Castello, i volontari, i reduci, gli Alpini, le associazioni, il comando dei carabinieri di Oggiono ed il corpo musicale di Sirone.

Marco Manzoni, sindaco di Colle Brianza

"All'interno di un contesto confusionario che ha visto numerose autorità pubbliche boicottare la giornata del 25 aprile, il messaggio del nostro Presidente della Repubblica è giunto forte e chiaro: è importante ricordare il passato presso i luoghi simbolo. Assumono quindi rilevanza fondamentale i luoghi che hanno ospitato questi avvenimenti storici come lo è per noi la località Pessina. Anche i bambini ed i ragazzi della scuola materna e dell'oratorio quest'anno hanno lavorato sul tema della libertà creando, partendo da immagini significative ed evocative, piccole rondini con una rete di fil di ferro" ha sottolineato il sindaco di Colle Brianza Marco Manzoni ricordando come l'associazione nazionale combattenti e reduci ''sia un organismo che si propone di promuovere il culto della patria, dei caduti e della loro memoria difendendo quindi i valori morali, le istituzioni democratiche, la giustizia ed il mantenimento della pace tra i popoli. L'associazione, fin dalle sue origini, si impegna a richiamare il governo all'osservanza dei contenuti dell'ordinamento statuale della nazione e a concorre, in maniera determinante, alla soluzione di delicati problemi sociali''.

"Un caro saluto a tutti i cittadini intervenuti, insieme ai gruppi ed alle associazioni, al 74° anniversario della Liberazione. È bello ed importante essere qui a celebrare la libertà, conquistata allora dai nostri padri e che spetta a noi difendere oggi. Il vero significato delle manifestazioni civiche non è solo il ricordo del passato ma un'occasione per riflettere sul presente. Siamo qui con le nostre bandiere ed i gonfaloni per manifestare ideali e valori nobili che perdurano nel tempo e che non vorremmo vedere persi. Ricordiamo tutti coloro che sono caduti o che hanno sofferto per garantire la libertà e la democrazia alle future generazioni. La storia del mondo ci insegna che senza libertà e senza democrazia non c'è sviluppo economico ma solo privilegi per pochi.

Il sindaco di Castello Brianza, Aldo Riva

Un pensiero al presidente della Repubblica che, proprio questa mattina, a nome di tutta l'Italia ha celebrato il 25 aprile sottolineando l'importanza di tenere vivi i valori su cui si fonda la nostra patria" ha detto il sindaco di Castello Brianza Aldo Riva.
"Ieri sera, presso il comune di Ello, si è svolta una serata di approfondimento e ricerca storica sugli avvenimenti che hanno susseguito l'8 settembre del '43. Abbiamo rivolto un pensiero a tutte le persone che si sono trovate senza alcun riferimento e che hanno cercato di tornare in patria attraverso innumerevoli fatiche rifugiandosi poi nei nostri monti brianzoli. È proprio qui che si trova la nostra storia e in questa giornata dobbiamo fermarci a ricordarla" ha concluso il sindaco di Ello Virginio Colombo.
Al termine della celebrazione è stata consegnata la tessera di simpatizzante A.N.C.R. alla signora Fumagalli Francesca, figlia del Fante G.a.F. classe 1923 Alessandro, deportato nei lager nazisti ed insignito della medaglia d'onore.

Successivamente i soci simpatizzanti Fumagalli Francesca e Riva Enrica, a nome dell'associazione combattenti, hanno consegnato ai sindaci Marco Manzoni e Aldo Riva il diploma di fedeltà, simbolo di sincera riconoscenza per la sensibilità e la disponibilità sempre riservata all'associazione.
Sara Ardagna
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco