Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 205.031.055
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 18/07/19

Lecco: V.Sora: 152 µg/mc
Merate: 142 µg/mc
Valmadrera: 169 µg/mc
Colico: 127 µg/mc
Moggio: 149 µg/mc
Scritto Giovedì 06 giugno 2019 alle 16:34

Dolzago: primo consiglio per il ''Lanfranchi bis''. Panzeri perplesso sulla giunta nominata

«Questo mandato amministrativo immagino veda come i precedenti cinque anni una notevole difficoltà ad amministrare la cosa pubblica anche a livello locale». Nella serata di mercoledì 5 giugno il sindaco Paolo Lanfranchi ha aperto il primo consiglio comunale del dopo elezioni con un richiamo alla difficile situazione degli enti locali. «Variazioni normative, ristrettezze economiche, complessità delle norme dell'apparato burocratico - ha spiegato il primo cittadino subito dopo il giuramento come sindaco - rendono una vera e propria missione quella di amministrare un piccolo comune come il nostro».

Da sinistra l'assessore Ester Camigliano, la segretaria dr.ssa Raffaella Volpez,
il sindaco Paolo Lanfranchi e l'assessore e vicesindaco Alessandro Corti

Considerazioni sulle difficoltà amministrative che hanno lasciato presto spazio a quelle politiche. Riconfermato sindaco con oltre il 60% dei voti, Lanfranchi ha rimarcato il risultato elettorale. «Questa volta il gruppo di maggioranza è chiamato ad agire con maggior responsabilità perché rappresenta l'effettiva maggioranza della scelta dei cittadini dolzaghesi. L'altra volta le due liste di minoranza sommate avevano la maggioranza del paese, questa volta i cittadini hanno scelto in maniera molto chiara il nostro gruppo come gruppo di maggioranza. Dobbiamo agire con maggior senso di responsabilità ben consapevoli del mandato che ci è stato dato».
Come anticipato da tempo, i due assessori che con lui formeranno la nuova giunta di Dolzago saranno Alessandro Corti ed Ester Camigliano. Corti con le deleghe a Urbanistica, Opere Pubbliche e Innovazione Tecnologica ha ricevuto anche la nomina a vicesindaco. Camigliano ha invece ottenuto le deleghe a Istruzione, Politiche Giovanili e Famiglia.

Da sinistra i consiglieri di minoranza Piergiorgio Panzeri e Luigi Aglioni

Due figure individuate da tempo, fin da prima delle elezioni, come ha avuto modo di spiegare il sindaco. Scelte che tuttavia hanno lasciato perplesso Piergiorgio Panzeri - consigliere della minoranza «Alleanza Civica per Dolzago» - che pur sottolineando l'assoluta competenza dei due neoassessori ha dimostrato dubbi sulle modalità con cui il Lanfranchi è giunto a questa decisione. «Non riusciamo - ha spiegato Panzeri - a seguire i criteri e questo tipo di scelta, anche perché come ha detto [il sindaco ndr] la cittadinanza si è espressa in modo chiaro attraverso delle preferenze. Nel momento in cui viene indicato come vicensindaco una persona validissima che però viene bocciata in ambito di preferenze dalla comunità, qualche riflessione la dovrebbe suscitare. Così anche per quanto riguarda l'altro assessore designato. Nell'ambito dei consiglieri abbiamo persone di provata esperienza sia durante la sua amministrazione sia in tempi pregressi, quindi presumo che sia stata una scelta di motivazione personale».

Lanfranchi e Corti

Il riferimento è al fatto che nonostante i due assessori siano stati indicati per questo ruolo prima del voto, il loro riscontro elettorale - in particolare quello di Corti che ha ottenuto 22 preferenze - è rimasto più limitato rispetto ad altri consiglieri.
«Proprio per riconoscere il peso politico delle preferenze - ha spiegato Lanfranchi in un successivo intervento - abbiamo scelto di nominare Stefano Mapelli capogruppo di maggioranza». Ottenendo 81 preferenze, Mapelli è risultato il candidato consigliere più votato alle scorse elezioni.

I consiglieri di maggioranza

La minoranza della lista «Alleanza Civica» non ha invece comunicato il proprio capogruppo. La decisione è stata rinviata a un momento successivo quando verrà definito chi fra Adelio Isella (assente ieri sera) e Giorgio Panzeri - i due consiglieri eletti della lista - assumerà questo ruolo all'interno del consiglio.
L.A.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco