Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 213.778.942
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 15/11/19

Lecco: V.Sora: 74 µg/mc
Merate: 73 µg/mc
Valmadrera: 77 µg/mc
Colico: 68 µg/mc
Moggio: 96 µg/mc
Scritto Sabato 15 giugno 2019 alle 18:09

Rogeno: primo consiglio per il neo sindaco Matteo Redaelli

Si è insediata anche a Rogeno la nuova legislatura. L'altra sera si è tenuto il primo consiglio comunale, convocato nell'atrio della scuola primaria Regina Teodolinda per permettere una maggiore partecipazione del pubblico.

Alcune immagini del consiglio di insediamento della nuova amministrazione comunale a Rogeno

Rogeno è uno dei comuni nei quali non ci sarà la presenza di una minoranza consiliare. La presenza di una sola lista aveva paventato il rischio del commissariamento, scongiurato grazie all'alta affluenza alle urne. Matteo Redaelli , alla guida di "Impegno comune", la lista fino a pochi mesi prima guidata da Antonio Martone, è stato eletto con 62,27% di voti.
Il giovane 26enne, indossando la fascia tricolore, l'altra sera ha prestato il giuramento e ha tenuto il discorso di insediamento. Un intervento focalizzato sulla necessità di collaborare, essere parte attiva per creare una comunità.

"L'ottima affluenza alle urne che c'è stata ha però evidenziato che Rogeno ha voglia di guardare avanti. Oggi però non si celebra una vittoria alle elezioni, oggi si sancisce ufficialmente l'affidamento di un compito che voi elettori consegnate a questa amministrazione. La nostra vittoria sarà ogni volta che riusciremo a realizzare un nuovo mattone per la vita comune di Rogeno, ogni volta che saremo riusciti a risolvere un problema, ogni aiuto che saremo riusciti a dare" ha esordito il primo cittadino ringraziando gli elettori che hanno voluto accordagli la fiducia e affermando di essersi già messo al lavoro "a ritmo serrato" ma di voler aspettare a far parlare i fatti.

Poi è entrato nel vivo del discorso alla comunità, mostrando l'intenzione di aprire al dialogo perché il paese viene creato da tutti, ciascuno con il ruolo che gli compete. "Vi invito a non liquidare il vostro ruolo all'interno della comunità del paese sperando di mimetizzarvi nella massa o ribaltando su altri (o altro) il vostro impegno come parte attiva della società. Dobbiamo riscoprirci comunità. Ossia persone che mettono in comune, che condividono qualcosa: un territorio, valori, idee, educazione, lavoro, cultura".

Il sindaco Redaelli

Solo riscoprendo questi spirito, secondo il sindaco, è possibile capire l'impegno di ciascuno. "E quando verranno fatte segnalazioni di disservizi in paese non sarà per avere l'occasione di puntare il dito contro qualcuno che non ha fatto o che non ha detto, ma l'occasione di poter portare un miglioramento per tutti, senza recriminare ma con uno slancio positivo verso il bene di tutti. Con questo orizzonte allora si che vale la pena impegnarsi ancora e impegnarsi sempre di più. Nonostante tutto. Cominciamo noi, non molliamo, aiutiamoci reciprocamente, ognuno facendo la sua parte, senza chiedere sconti, e anche gli altri poi ci seguiranno perché a quel punto Rogeno sarà una comunità di cui andare orgogliosi e in cui sarà entusiasmante stare".

Redaelli ha in seguito nominato la giunta: a Massimo Petrollini è stato assegnato il ruolo di vice sindaco e assessore a edilizia privata, lavori pubblici e urbanistica; Isabella Viganò ha la delega al bilancio. Gli altri due sono conferme dalla pretendete amministrazione: Giancarla Pedrali ai servizi sociali e Gianni Rossin all'ambiente, turismo, attività economiche, nuove tecnologie e informazione.
M.Mau.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco