Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 205.031.194
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 18/07/19

Lecco: V.Sora: 152 µg/mc
Merate: 142 µg/mc
Valmadrera: 169 µg/mc
Colico: 127 µg/mc
Moggio: 149 µg/mc
Scritto Venerdì 28 giugno 2019 alle 11:53

Io la Lilli Gruber non la sopporto piu'

Come molte famiglie anche noi abbiamo preso la “discutibile” abitudine di cenare col televisore acceso.
Per vedere il “TG” naturalmente e – visto che avevamo scelto il TG di Mentana - poi seguivamo automaticamente “Otto e mezzo” di Lilli Gruber.
Di lei mi sono sempre state chiare le  simpatie per il PD e quando esagerava ( perché spesso queste erano troppo “evidenti”) allora mi irritavo ma mai tanto da cambiare canale.
Pensavo in quei momenti al mio vecchio professore di Storia e Filosofia dei tempi lontani del  Liceo “Zucchi” .
Il professore che era persona simpaticissima ed di incrollabile fede comunista ci diceva sempre : “guardate che l’obiettività non esiste : ciascuno di noi racconta le cose come le ha capite e come se le sente”.
E così pensando a quelle parole mi diventavano “accettabili” anche gli interventi a senso unico di LILLI GRUBER.
Ma poi ci fu un giorno in cui la Gruber mancò il suo solito appuntamento serale : la sostituì FLORIS perché lei era stata chiamata a partecipare alla riunione del “Bilderberg”!
Il “Bilderberg” è un incontro annuale per inviti, non ufficiale, di circa 130 partecipanti, la maggior parte dei quali sono personalità nel campo economico, politico e bancario. I partecipanti trattano una grande varietà di temi globali, economici e politici.
Io pensavo che al Bilderberg ci andassero solo i “big”  come Mario MONTI o…  Monica MAGGIONI.
E invece NO : c’era anche Lilli GRUBER.
Pensate 130 personaggi della “vecchia Europa” scelti non si sa da chi né con quale criterio che si riuniscono a porte chiuse da qualche parte ( quest’anno si sono riuniti a Montreux in Svizzera ) per delineare i destini del mondo.
Ma se questo è l’obiettivo allora perché non chiamare la piccola Greta che sta scuotendo le coscienze dei giovani sui temi ambientali.
E  perché, per l’Italia invece di un  Renzi “superato” non  invitare il più “attuale” Giorgetti che forse ne sa qualcosa di più di dove sta andando l’Italia.
Mi sono chiesto :
“Che queste riunioni abbiano a che fare coi famosi  “Mercati” che  studiano le terapie per rimettere in carreggiata – a colpi di “Spread” -  il nostro eccessivo debito pubblico ? “
Mi insospettisce il fatto che Lilli Gruber tornata da Montreux non ci ha raccontato niente di niente..
Proprio lei che vorrebbe sapere sempre tutto e pretende da ogni Ministro che intervista di sapere cosa si è detto nell’ultimo Consiglio dei Ministri e soprattutto chi ha detto  cosa  !!
Qualche anno fa’ Jovannotti – come Lilli Gruber -  ha partecipato a un’analoga riunione ristretta ( 80 persone a livello mondiale anche lì scelte non si sa come né da chi) .
Nell’incontro non c’era nessun politico perché – come ha spiegato Jovanotti  -i politici le “visioni” non le hanno più e ormai pensano solo al “consenso elettorale”.
E quindi sono altri che fanno le scelte al posto loro mentre a loro ai politici tocca amministrare le scelte fatte da altri  orientando in tali direzioni  il consenso popolare.
Tutte queste cose Jovanotti – a differenza della Gruber – le ha dette chiaramente in un video reperibile su Internet ( Jovanotti Bilderberg ).
Consiglio a tutti di vederlo : capirete molte cose e capirete anche perchè non sopporto più  LILLI GRUBER.
Antonio Conrater
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco