Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 255.450.646
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 01 luglio 2019 alle 16:59

Castello e Dolzago si stringono a don Giuseppe nel suo 50°di ordinazione sacerdotale

Don Giuseppe Riva

Numerosissimi i fedeli di Castello Brianza e Dolzago che, domenica 30 giugno, si sono stretti attorno all'amato vicario parrocchiale don Giuseppe Riva esprimendogli, in occasione del 50° anniversario di sacerdozio, affetto e gratitudine per il suo operato all'interno della comunità.

Al centro don Giuseppe tra don Maurizio e don Walter

Durante la mattinata si è svolta, presso la chiesa di Dolzago, la celebrazione solenne delle Lodi. Al termine, il sacerdote è stato accolto sul sagrato della chiesa di Cologna dove ha celebrato la messa accanto ai numerosi sacerdoti della comunità pastorale presenti, fra i quali il parroco don Walter Brambilla e il decano don Maurizio Mottadelli.

Don Giuseppe, visibilmente commosso ed emozionato, ha presieduto la celebrazione eucaristica ringraziando la comunità per tutto l'affetto ricevuto. Originario di Renate, cresciuto a Cassago e già prevosto di Vedano al Lambro per tredici anni, precedentemente il sacerdote aveva guidato la comunità di Velate Milanese.
Anche le autorità comunali hanno espresso i più sentiti ringraziamenti al religioso, ormai divenuto un vero e proprio punto di riferimento.

"Carissimo don Giuseppe, in occasione del 50° anniversario di ordinazione sacerdotale, ho il piacere, a nome del comune di Dolzago, che rappresento, di esprimere i nostri più sinceri auguri. Un pensiero che nasce sicuramente dalla nostra volontà di dire grazie. Grazie per aver dedicato una parte importante della sua vita alla nostra comunità pastorale. È con grande gioia che oggi ci stringiamo attorno alla sua persona, volendo, con questo piccolo messaggio, rivivere con lei questi anni. 50 anni di sacerdozio non si festeggiano spesso, considerando le difficolta che oggi la vigna del Signore vive per la scarsa adesione alla chiamata vocazionale. Cinquant'anni di devozione a Dio, cinquant'anni di amore per gli altri, una vita spesa per quel grande capolavoro che è l'uomo. Siamo certi, caro don Giuseppe, che questa scelta ha comportato tante gioie, ma altrettante sofferenze, perché non è semplice rinunciare alla propria persona per dedicarsi agli altri. Un periodo lungo e intenso, durante il quale, lei è stato un faro per le diverse comunità che hanno avuto la grazia di averla come pastore. L'esperienza maturata nel corso degli anni ha trovato noi come comunità viva, pronta ad accoglierla e a recepire ogni singolo consiglio, ogni singolo rimprovero, per meglio vivere il dono della vita. Il valore della sua persona è indiscutibile, basta solo raccogliere le tante attestazioni di stima, i gesti, le singole parole di compiacimento dei parrocchiani, per comprendere quanto bene è stato fatto, e quanto l'intera comunità sia contenta di dimostrare oggi tutto il suo affetto. Siamo consapevoli che, ciascuno di noi, nei modi e nei tempi più diversi, ha potuto imparare, attingere alla sua persona, portando con sé una parte di lei da custodire gelosamente" ha detto Paolo Lanfranchi, primo cittadino dolzaghese.

I sindaci Aldo Riva e Paolo Lanfranchi

"Un caro saluto a don Giuseppe a nome di tutta l'amministrazione comunale, mio personale e di tutti i cittadini, in particolare ammalati ed anziani, che non hanno potuto essere presenti in questa bellissima e speciale ricorrenza. Congratulazioni vivissime e sincere per l'importante tappa del 50° anniversario della sua consacrazione sacerdotale. Cinquant'anni sono tanti, pieni di vita, di esperienza, di testimonianza, di servizio e di umanità. Siamo molto orgogliosi che questa tappa importante la festeggi qui nella nostra comunità pastorale di Castello di B.za e Dolzago. Il sacerdote è la guida della comunità religiosa, ma anche un riferimento importante per la comunità nel suo complesso. La presenta di tanta gente qui a festeggiarla con gioia e ricorrenza è la testimonianza concreta che la gente della Brianza vuole bene ai suoi sacerdoti ed ha sempre riconosciuto in loro un punto di riferimento speciale. Concludo augurandole di continuare questa sua missione sacerdotale in mezzo a noi e di affrontare ancora tanti anni di servizio per la comunità. Sapendola affezionata e devota ad un grande Papa abbiamo pensato ad un segno particolare, donandole come amministratori di Castello e Dolzago, un volume riguardante Paolo VI" ha concluso Aldo Riva, sindaco di Castello.

Al microfono il parroco don Walter

A termine dei ringraziamenti, grandi e piccini hanno preso parte al lancio dei palloncini.
Sara Ardagna
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco