Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 231.335.749
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 02 luglio 2019 alle 15:34

Cremella: i pacchi con gli avvisi Tari bloccati per giorni. ''Slittano'' i termini di pagamento

Immagine di repertorio
Spariti per alcune settimane, sono stati rintracciati nelle scorse ore e da quest'oggi in distribuzione alle famiglie, gli avvisi per il pagamento della Tari (la tassa rifiuti) destinati ai contribuenti di Cremella.
Ben 671 lettere che l'ufficio tributi aveva preparato e consegnato a inizio giugno a Poste Italiane per la distribuzione, con la scadenza per il pagamento fissata al 16 luglio.
In realtà dei due scatoloni contenenti le missive con allegati i bollettini (F24) si sono perse - per un disguido - le tracce per diversi giorni fino a quando cioè il Comune ha contattato i referenti dell'azienda per capire che fine avessero fatto. Una domanda che si sono posti anche molti cremellesi che, preoccupati dalla mancata ricezione dell'avviso di pagamento della tassa rifiuti, hanno iniziato a segnalare in municipio il ritardo. ''La scorsa settimana ci siamo attivati contattando Poste Italiane perchè gli avvisi, consegnati per la distribuzione lo scorso 4 giugno non erano ancora arrivati nelle case dei nostri concittadini'' ci ha spiegato il sindaco Ave Pirovano, che lunedì sera ha
Il sindaco Ave Pirovano
dato comunicazione dell'incredibile episodio in consiglio comunale. ''Dopo aver contattato il responsabile di zona è emerso il disguido: gli avvisi non erano ancora stati consegnati, ma nella giornata di ieri ci è stato garantito che la distribuzione sarebbe iniziata oggi. Effettivamente è ciò che sta avvenendo, come abbiamo potuto verificare già questa mattina''.
L'amministratrice ha precisato che - stante l'accaduto - non saranno applicate sanzioni per l'eventuale ritardo nel pagamento della tassa. Al contrario il Comune di Cremella ha deciso di posticipare al 31 agosto il termine ultimo per provvedere al saldo della prima tranche dovuta. Che fine avessero fatto i due pacchi contenenti gli avvisi non è dato saperlo, anche se con tutta probabilità dovrebbero essere rimasti bloccati nel deposito di Milano Roserio, il Centro Meccanizzazione Postale di Poste Italiane, dove vengono smistati corrispondenza e pacchi diretti in ogni angolo dello stivale.
G.C.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco