Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 204.513.798
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 29/06/19

Lecco: V.Sora: 169 µg/mc
Merate: 172 µg/mc
Valmadrera: 172 µg/mc
Colico: 135 µg/mc
Moggio: 191 µg/mc
Scritto Martedì 09 luglio 2019 alle 16:12

Casatenovo: il 17enne Lorenzo Pirola tra i convocati per il ritiro di Lugano dall'Inter di Conte

E' originario di Casatenovo una delle giovani promesse dell'Inter di mister Antonio Conte. Il 17enne Lorenzo Pirola figura infatti nella rosa dei convocati per la nuova stagione sportiva, che ha preso il via ieri a Lugano, sede della prima settimana del ritiro estivo dei nerazzurri.

Un paio di immagini del neroazzurro Lorenzo Pirola

Tra vecchie conoscenze e volti nuovi, pezzi da novanta in uscita (su tutti l'ormai ex capitano Mauro Icardi) e sogni del mercato, il gruppo a disposizione del nuovo tecnico di Juve e nazionale può contare anche su una buona dose di freschezza portata da tanti giovani del vivaio. Dei baby nerazzurri fa parte anche un difensore di belle speranze: Pirola appunto, che si è meritato la chiamata nel gruppo di Conte grazie all'elevatissimo livello delle prestazioni sfoderate nel corso della passata stagione. Diciotto presenze e un gol all'attivo con l'Inter Under 17, che ha ottenuto lo scudetto di categoria nella finalissima contro la Roma. Ma il rendimento del difensore classe 2002 è stato eccellente anche con la maglia azzurra della Nazionale Under 17: colonna della rappresentativa del c.t. Carmine Nunziata, arrivata a un passo dalla conquista di un Europeo di categoria, nel corso del quale è stato eletto miglior difensore di categoria dalla Uefa. A completare il quadro è arrivato anche l'esordio in Primavera, festeggiato nella sfida di Coppa Italia contro il Palermo, col quarto posto nella classifica del Ranking Under 17 curato da ''La Giovane Italia'', ulteriore certificato di qualità.
L'Inter ha già blindato il giovanissimo atleta, dicendo no ad alcuni interessamenti manifestati da società italiane (Sassuolo su tutte) e straniere.

Pirola (gemello di Carlo, portiere nelle giovanili del Torino ndr) viene definito un centrale difensivo vecchio stampo: uno di sostanza insomma, che può vantare tempi innati nell'anticipo sul diretto avversario e doti degne di nota anche nel gioco aereo. Grazie alla sua tenacia soprattutto nell'uno contro uno, in molti lo paragonano a Giorgio Chiellini per la mole imponente e per le tante caratteristiche che lo accomunano al centrale della Juventus e della Nazionale. Nonostante il fisico, Pirola sa tenere botta anche in velocità, una qualità che gli permette di "scappare" in fretta per non farsi sorprendere nelle situazioni di palla scoperta. L'Inter lo ha visto bruciare le tappe fin dal suo approdo a Milano: arrivato nel 2015 dopo una trafila divisa tra Casatese, Missaglia e Cosov Villasanta, Pirola ha già conquistato due scudetti consecutivi con l'Under 16 e l'Under 17 nerazzurre. La chiamata di Antonio Conte rappresenta un ulteriore segnale molto positivo: Pirola è il presente dell'Inter dei giovani, e nel ritiro di Lugano potrà lavorare per lanciare la sua candidatura ad un posto in prima fila nella squadra nerazzurra.
Articoli correlati:
03.09.2018 - Casatenovo: la brillante carriera calcistica dei gemelli Carlo e Lorenzo Pirola che militano nelle giovanili di Toro e Inter
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco