Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 212.210.323
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 18/09/19

Lecco: V.Sora: 96 µg/mc
Merate: 112 µg/mc
Valmadrera: 101 µg/mc
Colico: 106 µg/mc
Moggio: 102 µg/mc
Scritto Martedì 09 luglio 2019 alle 20:12

Bosisio: allagamento in via Caminanz, le vasche in San Francesco hanno retto

Allagamento di via Caminanz e tenuta delle vasche di laminazione di via IV novembre. A seguito del forte temporale che si è abbattuto nel tardo pomeriggio odierno sul territorio oggionese con tanto di grandine e vento, a Bosisio Parini come nel resto dei comuni del circondario non si sono verificati problemi rilevanti, a parte il fenomeno straordinario.

Via Caminanz a Bosisio

Tuttavia, come talvolta accade in presenza di particolari fenomeni temporaleschi, via Caminanz, che si trova nella zona industriale del paese, si è allagata: un problema non nuovo, dovuto in parte alla conformazione altimetrica dell'area che fa della via un punto depresso.
Nella zona di Pignolo, dove in passato si sono verificati frequenti allagamenti, le vasche hanno invece "retto" bene l'urto. Davanti
Una vecchia immagine di Via 4 Novembre
all'ex sede della Croce Verde, non si è più verificato lo spiacevole fenomeno. In largo San Francesco, ovvero tutta l'area davanti all'ingresso della vecchia sede dell'associazione di pubblica assistenza, l'acqua è confluita regolarmente nelle vasche.
Qualche leggero disagio, con pochi centimetri d'acqua in strada, si è avuto ancora in via IV novembre: qui infatti sarebbe necessario un altro intervento idraulico di potenziamento che l'amministrazione precedente aveva già previsto. "Come era stato detto dopo la realizzazione delle vasche, in largo San Francesco non ci sarebbero più stati problemi e così è accaduto. Lungo via IV novembre, invece, per migliorare ulteriormente la situazione, occorrere intervenire con il potenziamento delle condutture di scolo delle acque meteoriche che arrivano fino all'altezza del bar e del ristorante. Si dovrebbe aumentare il diametro delle conduttore e delle caditoie" hanno spiegato dall'amministrazione. "Come era stato detto in passato e messo per iscritto, avrebbero potuto presentarsi alcune criticità nel tratto alto di via IV novembre, ma fenomeni come quelli del passato - si arrivarono a misurare 50 centimetri d'acqua nel punto più depresso - non ci sono più stati".
L'ingegner Massimiliano De Rose, che curò la fase progettuale delle vasche, aveva individuato le cause di allagamento di quel tratto di strada nel sotto dimensionamento del collettore esistente, nel tratto in contropendenza del collettore e nella conformazione altimetrica dell'area che individua come il punto più depresso l'intersezione tra via IV novembre e Largo San Francesco. Da qui l'idea di creare una vasca di laminazione per conservare le reti esistenti, immagazzinando una quantità superiore di acqua che restituisce dopo l'evento meteorico.
Tra l'altro, una decina di giorni fa, il consigliere delegato alla manutenzione del territorio Walter Gaiardoni si è accertato del corretto funzionamento delle vasche, verificando che fossero vuote.
Quella su largo San Francesco, però, non è l'unica opera idraulica messa a punto dall'amministrazione guidata da Giuseppe Borgonovo. Sono stati fatti interventi di regimentazione e raccolta acque meteoriche nei tratti di via Eupilio - tra Bosisio e la frazione di Garbagnate - e via Comarcia.
"Complessivamente gli interventi delle conduttore delle acque meteoriche che competono al comune hanno comportato investimenti per 400.000 euro. Sono interventi che non si vedono perché sono sotto terra: si vedono solo i risultati in presenza dei cataclismi. Tutto questo grazie a un'amministrazione che ha avuto la giusta attenzione e ha risolto un problema".
M.Mau.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco