Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 204.514.088
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 29/06/19

Lecco: V.Sora: 169 µg/mc
Merate: 172 µg/mc
Valmadrera: 172 µg/mc
Colico: 135 µg/mc
Moggio: 191 µg/mc
Scritto Giovedì 11 luglio 2019 alle 16:31

Missaglia: positivo l'andamento del 'nido' avviato a fine 2017. Tutti occupati i posti

Si è rivelata positiva la scelta dell'amministrazione comunale di favorire l'apertura di un asilo nido a Missaglia. Il buon esito della sperimentazione è emerso ieri sera durante la seduta di consiglio comunale; all'ordine del giorno vi era infatti la modifica del regolamento per il funzionamento della struttura per l'infanzia, ospitata da quasi due anni nell'ex scuola elementare di Via San Bartolomeo in località Contra e gestita - così come la sezione Primavera - dalla cooperativa Sineresi.

La giunta missagliese

L'assessore ai servizi sociali e vicesindaco Laura Pozzi ha infatti reso noto che, a fronte di un avvio comprensibilmente ''in salita'' per il nido, con poche iscrizioni nella fase iniziale, ad oggi è stato necessario redigere una lista d'attesa nella quale inserire i bimbi (attualmente solo due) rimasti fuori essendo ''tutto esaurito'' in termini di utenza. Sono infatti pieni i 24 posti complessivamente accreditati, occupati da piccoli iscritti residenti a Missaglia ma anche nei comuni limitrofi. E proprio la necessità di stilare una graduatoria per la lista d'attesa ha spinto l'amministrazione missagliese a rivedere alcuni criteri e modalità organizzative relativi alla frequenza del nido comunale da parte degli utenti.
Dalla caparra - modificata nell'entità da versare al momento dell'iscrizione - agli orari di funzionamento del nido. In questo anno e mezzo di sperimentazione la tendenza da parte delle famiglie è quella di optare per un full time che allo stato attuale prevede quale termine orario ultimo le 18.30 (l'alternativa è un part-time fino alle ore 16). A questo proposito molte sono state le richieste di variazione dell'orario, spostandolo alle 17.30.

Immagini dell'inaugurazione del nido Incontra a fine 2017

Con il nuovo regolamento dunque, l'ipotesi organizzativa è quella di mantenere l'opzione delle ore 18.30 soltanto a fronte di un numero sufficiente di richieste (almeno otto), in maniera tale da sfruttare delle economie di scala sui costi per le utenze.
Per quanto riguarda le assenze invece, dopo un mese continuativo di malattia la famiglia potrà decidere se mantenere il posto - pagando però la retta nonostante la non frequenza - o al contrario rinunciare al servizio, cedendo il posto a chi è in lista d'attesa. Le dimissioni d'ufficio invece sono previste per chi non salda quanto dovuto per la frequenza e per chi si assenta per un periodo prolungato senza dare giustificazioni.
La modifica al regolamento si è resa necessaria anche in considerazione della misura di contributo alle famiglie - da parte di Regione Lombardia - chiamata Nidi Gratis. Una forma di sostegno preziosa al quale il Comune di Missaglia ha aderito e che consente a molte famiglie - che rientrano nei requisiti di reddito e non, richiesti - di azzerare la retta per la frequenza al nido. Nel caso della struttura missagliese, la cifra mensile richiesta alle famiglie per la frequenza full time è pari a 581 euro.

Al centro l'assessore ai servizi sociali Laura Pozzi

La relazione a cura dell'assessore Laura Pozzi è stata condivisa dalla minoranza. La capogruppo Silvana Redaelli ha posto soltanto dei quesiti per meglio chiarire alcuni aspetti mentre il collega Felice Sesana (recentemente subentrato a Alberto Spreafico ndr) si è detto a favore dei provvedimenti, definiti ''di buon senso''. La delibera è stata quindi approvata all'unanimità.
G.C.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco