• Sei il visitatore n° 339.290.249
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 22 luglio 2019 alle 15:15

Scopri Casatenovo: in sessanta alla camminata di Sentieri e Cascine

Una camminata per ripercorrere la storia casatese all'interno della natura che circonda il paese, passando per alcuni dei suoi luoghi storici. Questa è stata la proposta per la mattinata di domenica 21 luglio dell'associazione Sentieri e Cascine nell'ambito della dodicesima edizione di Sentierando in Brianza. I volontari hanno voluto seguire il solco di quello che era stato fatto negli ultimi anni, collaborando con la Pro Loco di Casatenovo, in occasione della Festa del paese.
Sin dalla prima edizione, che risale al 2010, Sentierando in Brianza cerca di coniugare la conoscenza del territorio con la riscoperta di alcuni tratti della nostra piccola storia locale, che è importante conservare per non dimenticare le nostre origini. Aspetti caratteri ambientali e storia locale.

I partecipanti alla camminata

Quest'anno gli organizzatori hanno scelto di concentrare l'attenzione su un tour delle cascine casatesi, spostando quindi il focus, anziché sul capoluogo come lo scorso anno, sulla zona più a sud del comune brianzolo. La camminata ha quindi compreso le seguenti cascine: Porrinetti, Gemella, Levada, Verdura, Modromeno, e Crotta, dove si è concluso il giro.
L'appuntamento è stato nella mattinata di domenica, alle ore 9,00, presso la Cascina Porrinetti (conosciuta anche come Cassinetta). Qui, ad aspettare il gruppo di partecipanti, oltre agli organizzatori e ai fotografi del gruppo AFCB che hanno seguito la camminata, c'era Aldo Villa, un appassionato della storia locale. Villa ha infatti intrattenuto il gruppo durante tutta la manifestazione spiegando la storia, gli aneddoti e raccontando antiche storie sulle cascine casatesi. La prima di queste ha riguardato proprio il punto di partenza, Cascina Porrinetti, la quale presenta un corridoio sotterraneo che collegava il pre-esistente convento al pozzo.

Galleria immagini (clicca su un'immagine per aprire l'intera galleria):


Il gruppo è partito poi alla volta di Cascina Gemella, dove è stato possibile ammirare l'originale, bello e forse miracoloso dipinto della Madonna della Salette, unico del suo genere nel territorio casatese e brianzolo. La seguente tappa è stata Cascina Levada, con i suoi bellissimi portici e lobbie e la vista che spazia a tutto tondo sul territorio circostante; in seguito si è arrivati a Cascina Verdura. La sua storia, il suo ormai famoso dipinto e le sue statue hanno intrattenuto gli ospiti, ma qui era in programma anche un'altra interessante iniziativa. Qui è stata allestita, infatti, una proiezione di alcuni filmati realizzati negli anni passati dal gruppo Sentieri e Cascine che raccolgono alcune testimonianze degli abitanti del posto. Gli intervistati, in effetti, raccontavano di alcuni frammenti di vita genuina in cascina e alcuni aneddoti unici, sia per la Levada che per la Verdura.
Il percorso è quindi giunto alla sua ultima, e probabilmente più gustosa, tappa in prossimità di Cascina Crotta dove, per chi ha riservato un posto, è stato possibile consumare un delizioso pranzo a chilometro zero, ovvero con i prodotti locali, assolutamente genuini e deliziosi.

Alla fine della manifestazione, tutti sono rimasti soddisfatti, anche chi è venuto da più lontano; tra i circa sessanta presenti, infatti, c'erano sia abitanti del paese che extra-casatesi, provenienti non solo dai comuni limitrofi, ma alcuni anche da Biassono o addirittura Lodi, attirati probabilmente attraverso la promozione fatta sui social.
"È andata benissimo, abbiamo raccolto commenti di persone molto contente e soddisfatte, sia per quanto riguarda il percorso che il cibo, una sessantina di partecipanti tutti molto commenti. Il commento più popolare è stato "Non sapevo ci fossero ancora questi cascine", perciò c'è stata anche un po' di sorpresa e soddisfazione nel vedere dei posti meno conosciuti da alcuni dei nostri compaesani. Abbiamo approfondito i segni del sacro che a mano a mano incontravamo lungo il percorso, è l'apprezzamento è stato unanime anche su questa scelta di come affrontare il percorso. Il caldo è stato intenso, ma non ci ha fermato, perciò ci riteniamo fortunati per il bel tempo e per la riuscita generale" ha dichiarato il presidente dell'Associazione Sentieri e Cascine Francesco Biffi. "Un ringraziamento va alla Pro Loco per il supporto e l'ottima organizzazione, un grazie va ad Aldo Villa che ha fatto da narratore durante i percorsi intrattenendo in maniera attiva i partecipanti, e infine ai fotografi dell'AFCB".

L'appuntamento è ora per la prossima edizione di Sentierando in Brianza, con un nuovo percorso alla scoperta della natura e delle radici della storia brianzola.

Contributo fotografico: Gruppo AFCB

G.P. - A.V.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco