Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 269.476.782
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 29 luglio 2019 alle 22:48

Corbetta (Lega) sui maltrattamenti alla Scola: ''pene esemplari per chi si rende colpevole di questa infamia''

"Se queste terribili accuse venissero confermate, saremmo di fronte ad atti infami che devono essere puniti con pene esemplari". Così Alessandro Corbetta, Consigliere Regionale della Lega e Consigliere comunale a Besana Brianza, interviene in merito alla vicenda della casa di riposo Fondazione Scola onlus, dove cinque dipendenti sono attualmente indagati per maltrattamenti e percosse continuati e aggravati nei confronti di sei ospiti anziani.
"Abusare del proprio ruolo, soprattutto in un ambito delicato come l'assistenza agli anziani, è qualcosa di assolutamente spregevole - commenta Corbetta - far del male a un altro essere umano quando si è una posizione di forza è un atto da vigliacchi. Ma farlo contro persone più deboli, da parte di chi invece dovrebbe assisterle, è veramente al di fuori di ogni giustificazione".
"Nel momento in cui gli indagati dovessero essere riconosciuti colpevoli, auspico pene decisamente dure ed esemplari, sia per rendere giustizia alle vittime di violenza e ai loro familiari che a tutela dei dipendenti della Casa di Riposo che svolgono coscienziosamente il proprio lavoro e della direzione da cui è partita la segnalazione alle forze dell'ordine" aggiunge il Consigliere regionale.
"Le istituzioni, come Regione Lombardia, continueranno a fare la loro parte - prosegue Corbetta - in particolare adoperandosi sulla prevenzione di fatti come questi, andando avanti sul progetto di videosorveglianza dentro le strutture sensibili proprio come le case di riposo e gli asili nido".
"La tutela delle fasce più deboli della popolazione è da sempre una priorità per la Lega: garantire la sicurezza ai nostri concittadini un punto sul quale non potremo mai transigere. Perché chi commette questi atti riprovevoli va punito senza che si trovino scusanti, che non possono assolutamente esistere. Confido nella celerità delle indagini." conclude l'esponente della Lega.
.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco