• Sei il visitatore n° 339.387.598
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Sabato 03 agosto 2019 alle 14:44

Garbagnate: dopo 10 anni in commissione biblioteca a rischio Ruben Ratti, poi confermato

La commissione biblioteca a Garbagnate Monastero ha incominciato i lavori con un leggero subbuglio, rischiando di perdere un elemento inserito ormai da tempo. Lo scorso 30 luglio si è infatti tenuto il primo incontro che ha visto un primo colpo di scena, subito messo all'angolo dalla volontà univoca del gruppo di mantenere all'interno un membro con esperienza decennale.
Della commissione fanno parte per parte di maggioranza da Carlotta Colombo, Umberto Colombo, Elisa Binda (eletta segretario) e Miriam Santoianno; per la minoranza da Francesca Fornoni e Pierangela Rigamonti mentre l'istituto comprensivo è rappresentato da Giorgio Summer e Ruben Ratti



Il professore Summer è stato nominato quale presidente mentre al collega Ratti è andata la nomina di vice. Proprio questo è stato il punto che ha fatto per un attimo traballare gli equilibri. Prima di accettare l'incarico quest'ultimo ha infatti voluto chiarire la propria posizione, affermando che sarebbe rimasto all'interno della commissione soltanto se tutti lo avessero approvato per alzata di mano. Altrimenti la sua esperienza, dopo un decennio in commissione biblioteca, si sarebbe suo malgrado conclusa. "Ho chiesto a tutti i membri un voto palese per evitare che ci siano future voci e attacchi al gruppo che è diventato per me, in questi mesi, come una seconda famiglia" ha dichiarato Ruben. "Tradizione e Futuro non è semplicemente una lista civica, ma in questo periodo è diventata una seconda famiglia. Come ogni buon figlio dovrebbe fare nei riguardi della propria famiglia è quella di amarla, anche se a volte amare significa rinunciare a qualcosa a cui noi teniamo tanto. Amare significa tutelare e pensare quale sia il bene maggiore. La presenza di mia madre (Santina Motta, candidata alle amministrative con "Tradizione e futuro", ndr) e del sottoscritto in due differenti realtà comunali, potrebbe dare adito a voci ed insinuazioni che potrebbero interferire con l'attuale lavoro che questa amministrazione sta svolgendo. L'unica possibilità per me di poter rimanere in questo luogo come definisco, amorevolmente e con una sfumatura di romanticismo ("il mio paradiso di pagine dorate, dove ogni libro ti fa vivere una vita nova"), la biblioteca è quella di avere un voto all'unanimità con alzata di mano per prevenire ipotetici futuri attacchi o insinuazioni". 



Ruben Ratti

Il professore, confermato nel suo ruolo all'unanimità dei membri della commissione, ha poi aggiunto: "Un mio alunno una volta mi chiese perché mi piace leggere, ascoltare, osservare tutte quelle cose che vengono definite cultura? Io gli risposi: perché queste "cose" sono la mia ancora di salvezza. E rincalzai con questa citazione: perché la cultura è l'unica droga che crea indipendenza. Concludo con questa citazione di Oriana Fallaci che molto mi sta a cuore: "cultura significa anzitutto creare una coscienza civile, fare in modo che chi studia sia consapevole della dignità". L' uomo di cultura deve reagire a tutto ciò che è offesa alla sua dignità, alla sua coscienza. Altrimenti la cultura non serve a niente".
I lavori, che entreranno nel vivo a settembre, hanno poi potuto regolarmente proseguire. Sezn'altro verranno confermati i corsi di musica e lingua così come il cineforum, per il quale verrà stilato nei prossimi mesi il calendario.
M.Mau.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco