Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 243.172.010
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 12 agosto 2019 alle 16:04

Sirtori: rimessi a nuovo i fontanili/lavatoi dai volontari del Campo Monti di Brianza

Si è concluso sabato 10 agosto il terzo campo di lavoro estivo, quest'anno intitolato "dei Monti di Brianza", che ha visto il coinvolgimento di numerosi volontari, grandi e piccini, in diverse attività svolte all'interno del Parco regionale di Montevecchia e della Valle del Curone.

I lavori per il restyling del lavatoio di Ceregallo

A chiudere ufficialmente l'esperienza è stato il pranzo consumato insieme con il presidente Eugenio Mascheroni che ha portato il proprio ringraziamento ai volontari che hanno lavorato con impegno per l'intera durata del campo. In nove giorni di attività sono state coinvolte tra le 30 e le 40 persone che hanno consentito di svolgere interventi di manutenzione e di riportare alla luce ''gioielli'' dimenticati.
Diversi ad esempio, i lavori condotti sul territorio di Sirtori. Venerdì 9 agosto i volontari hanno effettuato una manutenzione importante al lavatoio di via Arnigò, sfalciando l'alta vegetazione che impediva totalmente l'accesso, ripulendo i canali di bonifica del terreno e il canale di scolo del lavatoio, di proprietà privata, anche se l'accesso e l'uso sono pubblici.

Le operazioni al fontanile in località Arnigò

Il giorno successivo invece, i volontari del campo di lavoro hanno effettuato la manutenzione al lavatoio del Boschetto, che si trova lungo Via Ceregallo, arteria che scende verso Perego (La Valletta Brianza). Per finire, nella stessa mattinata, è stata anche effettuata la pulizia del lavatoio di Crippa, in Via del Peschierone, dove nasce il torrente Lavandaia. A questo proposito i volontari hanno precisato che rispetto agli altri interventi, quest'ultimo non era stato messo in preventivo anche perchè la struttura viene tenuta in ordine costantemente da alcuni sirtoresi che abitano la vicina Cascina Isola d'Elba.

I volontari immortalati a seguito della pulizia del lavatoio di Crippa

Uscendo dai confini sirtoresi, negli scorsi giorni è stata effettuata anche la pulizia della sorgente e del lavatoio della Squallera nel territorio di Missaglia, sotto la frazione di Maressolo, nel Parco di Montevecchia. Entrambi si trovano in un angolo di Parco quasi ''dimenticato'', dove la valle è attraversata da una strada che scendendone e risalendone i crinali, unisce il borgo di Maresso alla frazione Trecate. Questa arteria veniva chiamata la Strada dei Morti perché un tempo, quando una persona di Trecate moriva, veniva portata nella cassa a spalla, lungo questa unica via, fino alla chiesa di Maresso e sepolta nel vicino cimitero.

La pulizia del lavatoio della Squallera a Maresso

Gli altri interventi meratesi svolti dai volontari hanno riguardato il recupero del sentiero che da Beverate di Brivio sale ad Aizurro di Airuno, la sistemazione del lavatoio del Molinazzo a Cernusco Lombardone, con rifacimento delle staccionate, la manutenzione delle bacheche del Parco di Montevecchia, mentre nel territorio del PLIS Monte di Brianza sono proseguite le operazioni di recupero della scalinata storica Porchera - Monastirolo a Olgiate.
G.C.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco