Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 213.875.779
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 15/11/19

Lecco: V.Sora: 74 µg/mc
Merate: 73 µg/mc
Valmadrera: 77 µg/mc
Colico: 68 µg/mc
Moggio: 96 µg/mc
Scritto Sabato 17 agosto 2019 alle 09:04

Bottega dell'Arte ricorda il campione di ciclismo Gimondi vincitore del Premio Arcobaleno nel 2003

La "Bottega dell'Arte" di Missaglia ricorda il grande campione di ciclismo Felice Gimondi, scomparso improvvisamente venerdì 16 agosto a Giardini Naxos in provincia di Messina, vincitore del "Premio Internazionale di Arte e Cultura L'Arcobaleno" consegnatogli sabato 14 giugno 2003 alla Baita Alpina di Monticello da Silvano Valentini e Gerry Saccabarozzi, fondatori del premio nel 1999 e amici del campione, oltre che da Fiorenzo Magni, a sua volta vincitore nel 2001, Rosagnese Casiraghi, allora assessore di Missaglia, e il presentatore Vito Mattiace, anche loro nella foto con Gimondi, terzo in basso da sinistra.

Felice Gimondi, terzo da sinistra in basso, insieme agli altri destinatari del riconoscimento

Altri vincitori del premio di quell'anno furono un altro campione di ciclismo, Romans Vainsteins, il giocatore e allenatore Pierluigi Casiraghi, il conduttore TV Ettore Andenna, Claudia Sartirani, responsabile della divisione video di "Teamitalia" di Bergamo, il tenore Renato Cazzaniga, Telenova, l'ingegner Pasquale Pistorio, in quel momento presidente della società italo-francese "St. Microelectronics", e il Parco Regionale Naturale della Brenne in Francia.
Per quanto riguarda Felice Gimondi, nato a Sedrina in provincia di Bergamo nel 1942, è stato uno dei più grandi campioni di ciclismo di sempre, vincitore, fra l'altro, di tre Giri d'Italia, un Tour de France, una Vuelta spagnola, tre classiche "monumento", due volte il Giro di Lombardia, una Milano-Sanremo e una Parigi-Roubex, e i mondiali spagnoli su strada del 1973 al Montjuic di Barcellona.
.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco