Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 243.233.692
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Giovedì 26 settembre 2019 alle 15:44

Cassago: presentate in consiglio le linee programmatiche. Critiche dall’opposizione

Il sindaco Roberta Marabese

Vertono attorno ai temi del lavoro, della sicurezza pubblica e dell’educazione le linee programmatiche esposte martedì sera durante il primo consiglio comunale dopo la pausa estiva a Cassago, dove il neo sindaco Roberta Marabese ha delineato i punti chiave per il qunquennio amministrativo.

La giunta cassaghese. Da sinistra gli assessori Serra, Panzeri, Conti, il sindaco Marabese e il segretario Manfreda

“Creare nuove opportunità di lavoro, incrementare le attività commerciali nel centro storico e nella periferia, supportare la ricerca al lavoro grazie all’aiuto di figure professionali e realizzare nuove opportunità di turismo e commercio con il ripristino del mercato comunale. Insieme a queste azioni, altri punti programmatici importanti saranno la manutenzione straordinaria degli edifici scolastici, la riqualificazione del servizio mensa, il rifacimento della rete stradale e il recupero dei luoghi di degrado, la realizzazione di un sistema di sicurezza e controllo. Infine, fondamentale sarà anche la promozione dell’educazione contro la violenza di genere e il gioco d’azzardo, gli investimenti nel diritto allo studio e nel potenziamento dell’area informatica e dello studio delle lingue straniere, la collaborazione con l’associazione Sant’Agostino e l’organizzazione di incontri e serate a tema come opportunità di crescita culturale per tutta la cittadinanza” ha spiegato il primo cittadino in apertura di consiglio.

La bontà dei propositi e l’attenzione verso l’incremento della popolazione scolastica sono stati sottolineati in prima istanza dal consigliere di minoranza Maurizio Corbetta del gruppo Progetto Cassago Democratica. “Assegniamo un grande valore alla presenza di un istituto comprensivo sul territorio di Cassago e per questo motivo saremo sicuramente collaborativi quando si tratterà di sostenere degli interventi atti a migliorare e potenziare i servizi formativi offerti dalla struttura. Importante anche il potenziamento del servizio bibliotecario perché è un servizio di prossimità al cittadino e per andare davvero incontro alle esigenze di tutti deve sapersi rivolgere a tutti i gradi dell’istruzione. Penso che un punto da analizzare attentamente sia la questione della stazione ferroviaria: è un’infrastruttura che dà un valore aggiunto alla comunità e sotto questo punto di vista bisogna lavorare in sinergia con i comuni di Nibionno e Bulciago”.

Osservazioni più accese e critiche sono provenute invece dal consigliere Antonio Carrino del gruppo Insieme Cassago, il quale ha fatto presente la mancanza di iniziative concrete a favore dell’ambiente e l’assenza di una strutturazione definita del PGT che sia davvero condivisa con la cittadinanza. Un’altra tematica importante che secondo il consigliere di minoranza non è stata racchiuso nelle linee programmatiche della nuova giunta è l’argomento dell’ex miniera e la conseguente concessione mineraria mentre poco è stato detto riguardo a tecnologia, innovazione e soprattutto riguardo alla tendenza del livello di tassazione.

I consiglieri Corbetta e Pini (Progetto Cassago Democratica)

Una lettura più critica è stata data anche dal consigliere Sergio Pini del gruppo Progetto Cassago Democratica. “Le linee programmatiche vanno affiancate a un disegno politico che riguardi i prossimi anni e a una visione politica di quello che dovrà essere il comune di Cassago nel futuro. E’ sicuramente un’operazione non facile, ma è comunque uno sforzo necessario per dare progettualità al nostro comune partendo dalle circostanze attuali e dalle risorse disponibili. Si tratta di seguire una filosofia di pensiero che funga da guida in tutte le scelte che saranno prese dall’amministrazione. Si può partire immediatamente, ad esempio, con il potenziamento del centro sportivo posizionando delle risorse in maniera concreta, si potrebbe richiedere una nuova convenzione per il miglioramento della stazione, si potrebbe procedere con il progetto per la mensa per le scuole elementari, insomma bisogna darsi priorità di tipo programmatico”.

I consiglieri Carrino e Fumagalli (Insieme Cassago)

Il sindaco Marabese ha accolto tutti gli interventi e le osservazioni prendendone atto e si è quindi proceduto alla votazione delle linee di programma con l’astensione dei 4 consiglieri di opposizione e i 9 voti favorevoli della maggioranza.
M.B.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco