Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 220.392.472
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 15/02/2020

Lecco: V.Sora: 66 µg/mc
Merate: 66 µg/mc
Valmadrera: 51 µg/mc
Colico: 67 µg/mc
Moggio: 98 µg/mc
Scritto Sabato 28 settembre 2019 alle 15:08

Moregallo: alla camera ardente allestita per il pilota Nicolini anche Mario Invernizzi, unico superstite. 'Non era la mia ora'

Sono state centinaia le persone che gda questa mattina alle 11, si sono presentate presso la base nautica del Moregallo dove è stata allestita la camera ardente per l'ultimo saluto a Luca Nicolini, l'imprenditore e pilota che ha perso la vita - insieme a Fabio Buzzi ed Erik Hoorn - nel drammatico incidente consumatosi in laguna il 17 settembre scorso, mentre a bordo di un off-shore tentatavano di battere il record sulla tratta Montecarlo-Venezia.

Un'immagine della camera ardente allestita al Moregallo

"Luca era di una bontà incredibile, non era capace di dire di no a nessuno: nel corso della sua vita ha intessuto amicizie profondissime con molte persone" le parole del fratello Matteo, confermate dal "via vai" di persone che si sono susseguite durante la mattinata. "La gara più bella, fatta con mio fratello, è stata a Saint Tropez: io alle manette e Luca al volante; abbiamo visto davanti a noi altre barche ribaltarsi, 3 incidenti uno dietro l'altro, finché Luca mi ha detto "molla, molla". In quell'occasione me ne ha dette dietro tantissime".

Luca Nicolini (a sinistra) premiato dal Coni lo scorso anno in sala Ticozzi a Lecco

Commosso e ancora provato dall'incidente nel quale è rimasto coinvolto anche Mario Invernizzi, l'imprenditore lecchese unico superstite della tragedia di Venezia. Anche lui questa mattina ha voluto rendere omaggio all'amico Luca. ''E' inutile raccontare le bugie, non era la mia ora: nessuno era legato, nessuno aveva il casco perché è impensabile poterlo fare per 18 ore'', ci ha detto visibilmente scosso, più emotivamente che fisicamente, concendendo qualche parola rispetto ai quei drammatici istanti che hanno preceduto lo sbalzo dall'imbarcazione che viaggiava a 140 km/h.
"Invernizzo", come veniva chiamato da Buzzi con cui si davano ancora del "lei" dopo anni di lavoro e amicizia, ha raccontato di aver ceduto la guida dell'imbarcazione, dopo 7 ore e mezza al volante, per le ultime 20-30 miglia, poco prima che il potente motoscafo progettato dall'ingegnere si schiantasse contro la "lunata" del Lido di Venezia, costruita a protezione delle opere del Mose.

Un impatto devastante, che ha fatto temere fin da subito il peggio, perlomeno a Invernizzi. "Sono stato il primo a capire che, purtroppo, era diventata una bara per tutti e tre: nessun movimento in acqua, nessun grido d'aiuto".
Un'intenzione, quella di voler battere il record della Montecarlo-Venezia, ignota a molte persone vicine a Luca; né la sorella, Laura, né Christian Rivolta, storico amico di Nicolini, erano a conoscenza dei progetti dei quattro.
"La conoscenza che aveva lui dei motori non ha eguali": un'amicizia profonda, una stima delle abilità e delle competenze dell'amico, traspaiono dalle parole del briviese Rivolta che si è unito al dolore dei presenti.

Ad esprimere il proprio cordoglio anche Daniel Scioli, storico amico di Buzzi e Nicolini, con i quali ha gareggiato e ha condiviso momenti felici e drammatici: nel 1989 infatti, mentre viaggiava su una barca insieme a Nicolini sul Rio Paranà, i due subirono un incidente e Scioli perse un braccio. A 30 anni di distanza un altro incidente, questa volta fatale.
La camera ardente per l'ultimo saluto a Luca Nicolini, resterà aperta fino alle 16.

Articoli correlati:
27.09.2019 - La camera ardente di Buzzi alla FB Design e funerali in forma privata. Al Moregallo sabato il saluto a Nicolini
26.09.2019 - Al Moregallo sabato 28 l'ultimo saluto a Luca Nicolini
24.09.2019 - Annone: il ricordo di Buzzi e Nicolini che commissionarono sculture a Paolo Polli
19.09.2019 - Tragedia di Venezia: autopsia e perizia sul motoscafo per stabilire cosa sia accaduto. La Procura indaga su traiettoria e sicurezza
18.09.2019 - Il cordoglio del sindaco Chiara Narciso per la morte di Buzzi e Nicolini
18.09.2019 - Annone: offshore si schianta contro una diga nella laguna di venezia. Morti gli oggionesi Fabio Buzzi (FB Design) e il pilota Luca Nicolini
A.A.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco