Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 292.108.107
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 08 ottobre 2019 alle 16:06

Oggiono, Piccolo Giro: fuori pericolo Maas il corridore ferito in un incidente ad Asso

Edo Maas
Domenica scorsa, durante il 91° Piccolo Giro di Lombardia ad Oggiono, Edo Maas 19enne atleta olandese del Development Team Sunweb, è stato coinvolto in un brutto incidente durante la discesa dalla Madonna del Ghisallo, sulla strada tra Canzo e Asso, si è scontrato con un'auto che - da una prima ricostruzione della dinamica sin qui emersa- sarebbe improvvisamente entrata nel percorso di gara.
Il giovane è stato trasportato prima in ambulanza all'ospedale di Erba e poi, considerate le sue condizioni gravi, con l'elisoccorso all'ospedale Niguarda di Milano dove è attualmente ricoverato.
Ieri sera il suo team, su richiesta della famiglia, ha fornito qualche informazione in più sulle sue condizioni: "Edo è attualmente sedato, è stabile e la sua vita non è in pericolo. Ha subito fratture al collo, alla schiena e al viso. Ulteriori accertamenti sono in corso per determinare la portata delle sue ferite", recita il comunicato.
Il presidente del Velo Club Oggiono Daniele Fumagalli, ha voluto soffermarsi sulla dinamica dell'incidente, rilevato dagli agenti della Polstrada al seguito della carovana di corridori, confermando che durante il passaggio della corsa, l'autista sembra essere uscita in contromano da una via laterale, immettendosi sul percorso proprio nel momento in cui sopraggiungeva Maas. ''Abbiamo vissuto ore di apprensione e ci ha sollevato sapere ieri che il ragazzo è fuori pericolo di vita. Da sempre la sicurezza dei corridori in corsa è una nostra prerogativa e facciamo sempre il massimo per garantirla. Ho avuto un figlio che ha corso in bicicletta ed è per me fondamentale non tralasciare alcun aspetto per la salvaguardia dei ragazzi. Purtroppo azioni come quella compiuta da questa automobilista non sono prevedibili" ha detto il numero uno del sodalizio oggionese.
La famiglia e la ragazza di Edo lo hanno raggiunto in Italia ed è arrivato a Milano anche il medico della squadra per stare tutti accanto al ragazzo in questo momento delicato. "In questo momento come Velo Club Oggiono siamo vicini alla famiglia e alla squadra e se possiamo essere utili in qualche modo siamo a disposizione", ha concluso il presidente Fumagalli.
Articoli correlati:
07.10.2019 - Piccolo Giro: dal presidente Daniele Fumagalli un bilancio della gara
07.10.2019 - Piccolo Giro: incidente ad Asso per un ciclista 18enne, gravissimo
07.10.2019 - Oggiono: il 91° Piccolo Giro conquistato da Andrea Bagioli
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco