Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 326.930.221
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 23 ottobre 2019 alle 17:41

Castello B.za: il 22 consiglio sulla fideiussione di Via del Pascolo

Nella giornata di martedì 22 ottobre Aldo Riva - sindaco di Castello Brianza - ha proceduto a convocare una riunione del consiglio comunale con la formula dell'urgenza. La seduta si terrà venerdì 25 ottobre alle ore 18.30. I tempi ristretti fra la convocazione e la riunione sono dettati dalla necessità di discutere e approvare l'unico punto posto all'ordine del giorno: la procedura di escussione della fideiussione di via del Pascolo.
Si tratta di un'operazione che risale a circa un decennio fa, derivante dallo sviluppo di un'operazione immobiliare in un comparto posto fra via de Amicis e, per l'appunto, via del Pascolo. Con l'edificazione di una serie di appartamenti e villette, venne prevista anche la creazione, a carico della società che avrebbe sviluppato il comparto, di un edificio con una serie di locali da destinare al comune. L'intenzione dell'amministrazione era quella di predisporre la nuova biblioteca e la nuova aula consiliare proprio in quei locali, utilizzandoli anche per una serie di altre attività. La fideiussione venne posta proprio a garanzia della realizzazione di queste opere.
Il complesso immobiliare non è però mai giunto a completa edificazione nella sua interezza, ma ha visto solo un'edificazione parziale. Anche le strutture che sarebbero dovute diventare di proprietà comunale non sono state ultimate. Da questa situazione è nato un confronto che, in una prima fase, ha coinvolto l'amministrazione comunale e la società che avrebbe dovuto ultimare il comparto. Nel momento in cui è apparso chiaro che l'area non sarebbe mai giunta a completa edificazione, l'amministrazione ha chiesto di poter escutere la fideiussione posta a garanzia delle opere. In questa seconda fase si è aperto un secondo confronto, questa volta fra amministrazione comunale e una società assicuratrice.
I tempi e le modalità di convocazione del consiglio lasciano intendere che la questa vicenda abbia avuto un punto di svolta proprio negli scorsi giorni. Nel corso della campagna elettorale l'attuale gruppo di maggioranza aveva dichiarato la volontà di giungere all'escussione della fideiussione proprio per ultimare la biblioteca e consegnarla alla cittadinanza.
Durante la seduta consiliare di venerdì è il gruppo di maggioranza illustrerà i termini di risoluzione della vicenda e l'accordo che, intercorso fra il comune e la società assicuratrice, aprirà le porte all'escussione della fideiussione.
L.A.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco