Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 213.580.554
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 31/10/19

Lecco: V.Sora: 32 µg/mc
Merate: 42 µg/mc
Valmadrera: 32 µg/mc
Colico: 35 µg/mc
Moggio: 68 µg/mc
Scritto Lunedì 04 novembre 2019 alle 12:14

Cremella: anche gli alunni di classe quinta alla cerimonia del 4 Novembre

La ricorrenza del 4 Novembre è stata celebrata questa mattina a Cremella con una cerimonia organizzata dall'amministrazione comunale alla quale hanno preso parte gli alunni di classe quinta della scuola primaria.

Le immagini della cerimonia a Cremella

Dopo il ritrovo alle ore 9 davanti al cimitero, il corteo di cui facevano parte anche le autorità militari e i principali esponenti delle associazioni locali si è snodato sino al municipio, per la commemorazione vera e propria dinnanzi al monumento installato a ricordo dei caduti nella guerra.

Dopo la deposizione di una corona di alloro da parte degli Alpini, il sindaco Ave Pirovano - presente insieme ai consiglieri Cosimo Fersini, Marco Testori e Miriam Pirovano - ha pronunciato un breve discorso rivolto ai presenti. ''Quella di oggi è l'occasione per ricordare davanti a questo monumento, i caduti delle guerre che si sono succedute nel secolo scorso e di quelle che ancora ci affliggono. Oggi si festeggiano anche le forze armate, cui va il nostro ringraziamento per il contributo straordinario dato all'unità dell'Italia e alla costruzione della nostra Patria. Si tratta dunque di una festa per tutto il popolo italiano, chiamato attraverso semplici commemorazioni, a conseguire una maggiore consapevolezza della storia del nostro Paese, ricordando quanti hanno sacrificato la propria vita per la causa collettiva e tra essi anche i nostri concittadini cremellesi. E' inoltre un'occasione preziosa per fermarci a riflettere sul senso della guerra, sempre ingiusta, dolorosa, crudele e disumana, ma soprattutto sempre evitabili'' ha detto il sindaco Ave Pirovano, rivolgendosi poi agli alunni della primaria e ricordando la ricorrenza del trentesimo anniversario della caduta del muro di Berlino, simbolo della divisione dell'Europa e del mondo. ''Molti muri sono stati innalzati e ancora oggi qualcuno ne progetta e dispone la costruzione. Non sono solo cemento e filo spinato, ma barriere invisibili di solitudine, paura, pregiudizio, competizione ed esclusione sociale''.

La cerimonia è stata animata anche dagli alunni della scuola primaria che hanno richiamato gli interventi sulla giornata del 4 Novembre pronunciati dai presidenti della Repubblica che si sono succeduti negli anni alla guida del nostro Paese.

Al termine del momento commemorativo il sindaco ha ringraziato per la presenza il comandante della polizia locale Sigismondo Lettieri, la protezione civile di Bulciago, gli alpini, l'associazione nazionale carabinieri e i militari della locale stazione rappresentati dall'appuntato Andrea Raballo, don Enrico Vitali (nuovo rinforzo della comunità pastorale), oltre naturalmente alle insegnanti e agli altri volontari intervenuti.
G.C.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco