Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 213.580.383
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 31/10/19

Lecco: V.Sora: 32 µg/mc
Merate: 42 µg/mc
Valmadrera: 32 µg/mc
Colico: 35 µg/mc
Moggio: 68 µg/mc
Scritto Lunedì 04 novembre 2019 alle 15:06

Viganò: il Comune, gli Alpini e i bambini della primaria ricordano i caduti e il valore della pace

Anche a Viganò l'amministrazione comunale ha voluto ricordare l'importante ricorrenza del 4 Novembre coinvolgendo nella bella cerimonia svoltasi ai piedi del monumento ai caduti, i bambini della scuola primaria.

Il corteo attraversa il centro paese per recarsi al monumento ai caduti

Pochi minuti dopo le ore 10 un numeroso corteo formato dagli alunni, dai volontari delle associazioni, dal gruppo alpini e dagli amministratori comunali ha raggiunto l'ingresso del cimitero dove da qualche mese è stata installata l'opera denominata ''la libertà che sale'', realizzata dall'artista e consigliere comunale Armando Fettolini per ricordare i soldati viganesi caduti in guerra.

VIDEO



A dare il benvenuto ai presenti - fra i quali anche un discreto numero di cittadini - è stato l'assessore alla cultura Renato Ghezzi, visibilmente soddisfatto dalla bella partecipazione alla cerimonia, illuminata da uno splendido sole autunnale.

Il sindaco Fabio Bertarini

Dopo la deposizione della corona d'alloro ai piedi del monumento, la parola è passata al sindaco Fabio Bertarini che ha voluto condividere con i presenti una riflessione, ricordando soprattutto quei giovani che ormai più di un secolo fa furono costretti a lasciare le loro famiglie per prendere parte ad un'assurda guerra dalla quale molti non sarebbero più tornati.

''Dobbiamo mettere al centro del nostro agire il bene comune. Il modo migliore per ricordare le tragedie del passato è impegnarsi in prima persona ogni giorno nel nome dei diritti ma certamente anche dei doveri per il bene di ognuno di noi'' ha detto Bertarini, leggendo alcuni stralci di lettere inviate dai soldati ai propri cari, durante il conflitto bellico.

L'assessore alla cultura Renato Ghezzi

Al termine del proprio intervento il primo cittadino viganese ha pronunciato poi ad alta voce - uno dopo l'altro - i nomi incisi sulla lapide, ricordandone il sacrificio della vita donata a favore dell'unità del nostro Paese.

Il capogruppo degli alpini Mauro Fumagalli

Anche il capogruppo delle penne nere Mauro Fumagalli ha espresso un proprio pensiero, rivolgendosi soprattutto ai bambini presenti. ''Questa società spesso non vi tutela come dovrebbe e noi alpini siamo sempre pronti ad aiutarvi e a sostenervi. Vogliamo essere una guida e un riferimento per voi, pensiamo di essere un valore aggiunto per la crescita di voi tutti, che siete sempre pronti a regalarci sorrisi e a sventolare le bandierine tricolore soprattutto durante queste cerimonie e nelle nostre adunate''.

A sinistra il parroco don Enrico Baramani

Al centro l'insegnante Carolina Ciliberto

Spazio poi all'intervento dei bambini delle scuole che - introdotti dalla maestra Carolina Ciliberto - hanno letto a gruppetti delle poesie e delle riflessioni pensate appositamente per la giornata odierna.

Un bel momento dunque per la comunità viganese che si è chiuso con le parole del parroco don Enrico Baramani, vero e proprio riferimento spirituale come ha ricordato anche il sindaco Bertarini. Ricordando l'intervento di Papa Paolo VI che alle Nazioni Unite disse: ''jamais plus la guerre'', il sacerdote ha esortato i bambini a ricercare sempre la pace, anche se questo costa fatica e sacrificio.
Si tratta però di un passo necessario se si vuole perseguire il bene comune.
G.C.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco