Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 215.173.549
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 15/11/19

Lecco: V.Sora: 74 µg/mc
Merate: 73 µg/mc
Valmadrera: 77 µg/mc
Colico: 68 µg/mc
Moggio: 96 µg/mc
Scritto Lunedì 02 dicembre 2019 alle 12:54

Fumagalli: il neo dirigente Izzi ha presentato la scuola nell'open day

Grande successo per le due giornate di open day organizzate dall'Istituto Professionale Graziella Fumagalli. La scuola superiore casatese ha dato la possibilità agli studenti delle scuole medie di conoscere i corsi e le attività proposte attraverso una serie di visite guidate nelle classi e nei laboratori della struttura.

Alcune immagini dell'open day svoltosi nel fine settimana

Le due giornate trascorse hanno raccolto un totale di circa duecento famiglie, un numero in linea con gli altri anni, che si spera di replicare nelle altre due giornate di open day, programmate per l'11 e il 12 gennaio.
L'intento degli organizzatori è stato quello di far conoscere l'istituto al territorio, dandone un'immagine di scuola accogliente e pronta ad ospitare ogni ragazzo e a seguirlo nelle sue necessità.
I docenti infatti, hanno tenuto a specificare che il Fumagalli è una scuola attenta ai bisogni di tutti e che aiuta singolarmente ogni suo studente.

Il dirigente scolastico Izzi

Il neo insediato preside Renzo Izzi ha spiegato come la giornata di open day sia solo un tassello del percorso di orientamento alla scuola superiore, che inizia invece con la visita dei dipendenti dell'istituto presso le scuole medie del territorio, dove vengono presentati i corsi e mostrati alcuni dei lavori realizzati dagli studenti. Questo percorso poi, continua con le Classi Aperte, una serie di giornate in cui piccoli gruppi di studenti delle scuole medie passano del tempo nelle classi dell'Istituto per avere un'idea ancora più chiara di come si svolgono le lezioni e di quali attività la scuola offre. Queste giornate appena descritte sono uno strumento molto gettonato, tanto che le prenotazioni si sono subito esaurite.


"Questa scuola - ha spiegato il preside Izzi - è indirizzata a studenti che si proiettano nel mondo del lavoro. Cerchiamo di fornire un equilibrio corretto tra l'istruzione delle materie classiche come italiano, matematica, storia, inglese e quelle più professionali. La differenza tra la nostra scuola e un CFP (Centro di Formazione Professionale) sta appunto in questo equilibrio; nei CFP invece, la formazione è più orientata a discipline tecnico-pratiche. Il nostro Istituto infine, offre un titolo di studio di diploma professionale che consente l'ingresso sia a istituti professionali, che in università che al mondo del lavoro in praticamente tutte le aree che interessano il settore terziario''.

L'open day ha consentito di sperimentare una serie di attività pratiche e di esperienze di laboratorio che coprissero tutti e tre i corsi offerti dall'Istituto Fumagalli: servizi per la sanità e l'assistenza sociale, servizi per l'enogastronomia e l'ospitalità alberghiera e servizi commerciali. Tra questi corsi, il più gettonato è stato come sempre quello alberghiero con il 70% delle preferenze, un dato dovuto anche alle ben quattro articolazioni che esso offre: cucina, pasticceria, accoglienza turistica e sala bar.
Nello specifico sono state moltissime le opportunità di conoscenza, le attività e i laboratori messi a disposizione durante l'open day.

Il laboratorio che ha ottenuto più successo è stato quello di enogastronomia: previste lezioni di cioccolateria, cake design, pasta fresca, risotteria, panetteria, latte art, flambé e cockteleria. Gli alunni delle scuole medie, seguiti dagli studenti e dai professori del Fumagalli, hanno potuto quindi conoscere più da vicino le attività del corso offerto.
Un altro laboratorio è stato quello di accoglienza turistica, legato al corso di servizi per l'enogastronomia e l'ospitalità alberghiera, in cui gli studenti hanno creato dei pacchetti turistici e sperimentato delle mansioni generali di un addetto al turismo. Gli studenti del corso inoltre, hanno presentato una ricerca, effettuata durante il primo anno, riguardante gli hotel più strani al mondo, nonché una panoramica sulle opportunità post diploma.

Per quanto riguarda il corso di servizi commerciali, l'attività principale si è svolta in laboratorio informatico, dove durante il percorso di studi si insegna a mettere in pratica ciò che viene insegnato nel modulo di economia. Si tratta quindi di fatture, grafici, tabelle, programmi di contabilità, bilancio e business plan, tutto svolto con l'utilizzo del pacchetto Microsoft Office e nello specifico dei programmi Excel e Power Point.
L'Istituto dispone poi anche di un laboratorio linguistico, dove, durante l'open day, gli studenti sono stati accolti dalla professoressa d'inglese. La stessa ha spiegato che la scuola prevede, tra le altre cose, un programma di accoglienza DSA, BES e di percorsi individualizzati a seconda dei bisogni per entrambe le lingue insegnate: inglese e francese. Nei corsi di lingua, inoltre, sono previste delle lezioni con professore madrelingua, ma anche stage linguistici all'estero e certificazioni riconosciute.

''Prossimamente - ha poi spiegato la professoressa - si spera di riuscire ad offrire anche la possibilità dello stage lavorativo''.
Cambiando settore, nel laboratorio di matematica gli studenti hanno messo in atto alcune dimostrazioni con nastro di Mebius, ma organizzato anche dei giochi con l'utilizzo del piano cartesiano, sfruttando delle nozioni già trattate alle scuole medie. Gli alunni delle scuole medie, poi, si sono divertiti con alcuni indovinelli e test di logica.
Nell'aula  utilizzata sia dalla classe di scienze sperimentali che da quella di scienze di base, è stata presentata una collezione di minerali costituita da sali da cucina provenienti da tutto il mondo, i cui abiti cristallini sono stati osservati al microscopio ottico e a quello stereoscopico professionale. Nello stesso spazio è stato poi condotto un piccolo esperimento che coinvolgeva un estratto acquoso di cavolo rosso e del succo di mandarino e in cui si è osservato il cambiamento di colore e quindi di ph.

Un altro laboratorio importante è quello di metodologie, legato al corso di servizi sociali per la sanità e l'assistenza sociale, in cui vengono formati degli operatori che si inseriscono nelle strutture dei campi socio-assisetnziale. In pratica si crea una figura in grado di cambiare a seconda delle strutture in cui opera: asili, centri educativi o centri per anziani; le tecniche di animazione di gruppi cambiano a seconda degli obiettivi da perseguire.
Un ultimo laboratorio è stato quello di igiene e cultura medico-sanitaria. In questa aula sono state effettuate delle dimostrazioni esemplificative dei contenuti studiati, come per esempio le linee guida per una corretta alimentazione.
Durante l'open day è stato dedicato uno spazio anche al gruppo si sostegno, dove venivano illustrati tutti i servizi offerti ai possibili nuovi studenti interessati. La scuola, come ha spiegato una professoressa incaricata, ha tanti ragazzi con sostegno o con DSA: si opera all'interno delle classi al fine di includere i ragazzi al 100% nell'attività attraverso riduzione, semplificazione, interrogazioni orali e verifiche programmate, tutto come richiesto dalla legge.

Una funzione importante secondo l'Istituto Fumagalli è poi quella sportiva: per questa ragione anche la docente di scienze motorie era presente all'open day per spiegare il ruolo della sua disciplina. La scuola propone attività partendo dallo sport per aiutare gli studenti a prendere consapevolezza del proprio corpo e di come si è fatti. Oltre all'attività di scienze motorie è presente un gruppo sportivo che partecipa alle fasi d'istituto di alcune gare sportive e, nel caso, a quelle provinciali. La scuola è, inoltre, molto orgogliosa di prendere parte alla manifestazione "Special Olympics", dedicata sia ai normodotati che ai ragazzi con disabilità. Nel programma sportivo rientrano poi anche alcune attività extra: per ogni classe viene proposta ogni anno un'uscita sportiva, per dare la possibilità a tutti di poter partecipare e fare qualcosa di diverso dagli sport che magari già si praticano al di fuori della scuola. Infine, ogni anno è prevista una festa dello sport finale, dove tutta la scuola è coinvolta. In effetti, ogni classe compone una squadra e chi non partecipa viene coinvolto nell'organizzazione, unendosi anche ad altre materie.

Oltre al lato legato alle materie insegnate, nell'open day è statoallestito anche un banco dedicato ai progetti extra didattici, in cui rientrano: certificazioni linguistiche, patentino informatico europeo (Ecdl), sportello psicologico, madrelingua inglese e francese, corso di teatro, musica e parole, servizio di doposcuola pomeridiano, cineforum, gruppo sportivo, Fumagalli social e Cake design.
La segreteria infine, è rimasta aperta per qualsiasi dubbio legato alla compilazione della modulistica e ha istituito anche degli orari speciali legati alle iscrizioni per l'anno scolastico 2020/2021.

In conclusione delle due giornate, i professori Andrea Rossi e Ilaria Serrapica, responsabili dell'orientamento, hanno ricordato l'appuntamento con l'open day di gennaio sul quale si possono conoscere ulteriori dettagli visitando il sito istituzionale www.istitutograziellafumagalli.edu.it.
E' inoltre possibile presentarsi in segreteria per chiarire qualsiasi dubbio relativo alle iscrizioni al prossimo anno scolastico.
A.V.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco