Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 243.163.886
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Sabato 07 dicembre 2019 alle 15:50

Cremella: richieste di acquisto di loculi dai coniugi in vita. Modificato il regolamento

Il cimitero di Cremella
Finchè morte non ci separi...ma anche oltre. Si può sintetizzare così la richiesta pervenuta di recente agli uffici comunali di Cremella da parte di coniugi in vita che desiderano essere tumulati accanto al proprio marito o alla propria moglie defunti, acquistando quindi il loculo adiacente.
Una domanda legittima, che viene peraltro formulata spesso, ma non esaudibile secondo il piano cimiteriale vigente e approvato nei mesi scorsi in consiglio comunale. Ecco perchè nell'ultima seduta consiliare, il sindaco Ave Pirovano ha proposto una modifica al regolamento, motivandola appunto con le richieste avanzate nel frattempo da alcuni utenti. L'amministratrice ha infatti evidenziato ai colleghi la necessità di poter riservare posti al coniuge superstite o al parente di primo grado, tenendo conto del fatto che il piano esaminato lo scorso luglio in assise prevede eccedenze di sepolture rispetto al fabbisogno della comunità cremellese.
E così al termine della veloce discussione, la maggioranza consiliare ha modificato l'articolo 34 del regolamento di polizia mortuaria vigente, inserendo il seguente periodo: ''nel caso di morte di uno dei coniugi è ammessa la concessione del loculo (indicativamente posizionato a destra o sinistra di quello assegnato) in vista del futuro affiancamento del coniuge o di parente di primo grado, per la quantità in eccedenza al fabbisogno del piano cimiteriale. Per tale ipotesi viene prevista una maggiorazione del costo del 15%''.
La modifica al regolamento sarà trasmessa per conoscenza all'A.T.S. Brianza - sede territoriale di Lecco, che aveva inizialmente indicato al Comune - in una prima fase di stesura del documento - di eliminare la possibilità, poi inserita nuovamente dal Comune a seguito delle richieste pervenute.
Il regolamento di polizia mortuaria approvato lo scorso luglio puntava proprio all'efficientamento dell'ambiente cimiteriale andando incontro anche alle nuove necessità come l'introduzione di uno spazio apposito per le nuove religioni e degli incentivi per favorire le cremazioni e risparmiare così ulteriori posti per evitare un allargamento del cimitero.
G.C.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco