Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 248.155.137
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 18 dicembre 2019 alle 19:02

Barzanò: la piscina è arrivata a un punto di non ritorno. I comuni non hanno saputo gestire un importante bene del territorio

Buongiorno,
nonostante i comuni del consorzio l'abbiano definita un asset non più strategico, la piscina, agonizzante dal punto di vista strutturale, è ancora viva.
Ecco un esempio: la squadra master, composta da più di 80 persone del territorio, tra i 25 e oltre gli ottant'anni, è attualmente terza nella classifica assoluta nazionale (clicca QUI).

Non dimentichiamo le ottime prestazioni di tutte le altre squadre, giovanili e nuoto in acque libere. Qualcuno, nato agonisticamente in questo centro, è diventato un atleta professionista. Ora, arrivati ad un punto di non ritorno, cosa accadrà? Avremo ancora una piscina? Tutte le squadre che fine faranno? Sempre più convinto che la responsabilità è di chi ha deciso di disfarsi di questo "asset non più strategico". Le varie amministrazioni, che si sono susseguite, non sono state in grado di gestire il nostro bene. Un bene di tutto il territorio.
Cordiali saluti,

Un lettore
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco