• Sei il visitatore n° 332.450.390
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Sabato 21 dicembre 2019 alle 10:39

Garbagnate: illustrato il DUP con tutte le spese del Comune

Illustrato, nel consiglio comunale di giovedì 19 dicembre a Garbagnate Monastero, il documento unico di programmazione 2020-2022 (DUP), lo strumento di guida per l'attività degli enti e propedeutico all'approvazione del bilancio di previsione. Nella sezione strategica, presentata dal vicesindaco Ilaria Villa, si evidenzia un grado di autonomia finanziaria del 95,9%. Sul lato della pressione tributaria, non si riscontrano aumenti delle aliquote: il gettito è di 462 euro pro capite, rispetto a 441,56 euro del 2018 dovuto "in parte all'incremento della Tari e in parte all'aumento del gettito Irpef". Il gettito previsto per l'Imu è di 435.000 euro e 5.000 euro per la Tasi. Nei lavori pubblici figura lo spostamento del punto giochi nella mensa della scuola d'infanzia per un importo di circa 340.000 euro. E' inoltre prevista l'alienazione dell'area ex scuola elementare per 415.000 euro: "Abbiamo fatto rivalutare l'area e partiremo da una base d'asta rivalutata dall'agenzia del territorio. Siamo fiduciosi di avere manifestazione di interesse".

Sulle risorse straordinarie in conto capitale figurano 50.000 euro provenienti da permessi di costruire, 7.000 euro da concessioni cimiteriali e 100.000 euro dalle quote Asil. La spesa fissa annuale per l'indebitamento dell'ente è pari a 93.495 euro: "La stima rispetta il limite previsto (<10%), quantificato nell'1,21% per il 2020" ha precisato il vicesindaco.
La sezione operativa, la parte a supporto del bilancio, prevede una serie di temi con il relativo stanziamento di risorse. Sui servizi generali di gestione, che comprendono il conteggio del personale, la segretaria comunale, le spese di immobili comunali, le assicurazioni, gli abbonamenti social, la tesoreria, gli incarichi professionali e l'organo di valutazione, sono previsti 615.000 euro.
43.900 euro è la quota per l'ordine pubblico, sicurezza, la polizia locale, commerciale e amministrativa. A seguito del recesso dalla convenzione con Castello Brianza, Colle Brianza e Sirone, l'amministrazione sta valutando altre possibilità per la gestione della polizia locale, i cui costi non sono qui compresi. 125.000 euro è lo stanziamento per l'istruzione e il diritto allo studio che comprende la copertura dell'assistenza scolastica, del trasporto e della refezione. "L'amministrazione ha intenzione di istituire sul prossimo anno scolastico il pre e dopo scuola per gli alunni della primaria e dell'ultimo anno della materna visto che da un sondaggio effettuato quest'anno lo hanno richiesto 23 bambini" ha spiegato l'assessore alla partita Gigliola Bonacina. Ammontano a quasi 40.000 euro la quota per la valorizzazione dei beni e l'erogazione delle attività culturali e a 50.000 euro per la gestione degli impianti, della manutenzione delle strutture e delle attrezzature sportive. E' stata inoltre attivata una convenzione con il GB volley per la pulizia della palestra comunale. Per l'assetto del territorio e l'edilizia abitativa sono stati previsti 69.400 euro: andranno a coprire le spese dell'amministratore delle case popolari, la disinfestazione del territorio, la retribuzione della parte maggiore dei dipendenti e la pianificazione del territorio dal momento che l'amministrazione ha in programma di attuare, per il 2020, l'aggiornamento del piano di governo del territorio (PGT).
241.350 euro è la spesa per la programmazione delle attività connesse allo smaltimento dei rifiuti, all'igiene urbana, alla manutenzione dei pachi giochi, alla riqualificazione arborea, a garantire il decoro urbano e la sicurezza. "La gestione centro raccolta, il cui contratto con PASO scadrà a marzo 2020, ammonta a 50.000 euro; il canone di appalto con Silea è di 80.000 euro e il costo della gestione dei rifiuti è pari a 96.700 euro" ha sintetizzato il consigliere Gianmario Conti.
Per la manutenzione ordinaria delle strade, le spese per la segnaletica e la rimozione della neve, oltre agli interessi passivi dei mutui sono previsti 124.150 euro.

1.000 euro è la spesa prevista per gli interventi di protezione civile per la prevenzione delle calamità che viene effettuato dal gruppo Ana. Sulle politiche sociali e familiari vengono stanziati 151.600 euro a tutela dei diritti della famiglia, dei minori, degli anziani, dei disabili e dei soggetti a rischio di esclusione sociale.
53.799 euro sono le risorse per gli accantonamenti al fondo di riserva per le spese impreviste. Infine, la dotazione finanziaria del debito pubblico è di 75.250 euro per il 2020: una spesa progressivamente in aumento per il finanziamento delle quote di capitale dei mutui in ammortamento. Netto il parere del consigliere di minoranza Gianpaolo Magli che ha espresso voto contrario: "Le opere che ci sono in corso non vengono ultimate, ma se ne fanno delle altre. La mia proposta è di investire dove volete più in là nel tempo e portare a casa le situazioni sul territorio" ha motivato. Anche le colleghe di opposizione, dopo aver chiesto chiarimenti sulla polizia locale e sullo spostamento del punto giochi, hanno manifestato il loro voto contrario al DUP, così come al bilancio.
M.Mau.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco