Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 239.204.101
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 31 dicembre 2019 alle 09:06

Nibionno: spesa di 16.600 € per rimuovere la passerella sulla SP342. Ok al bilancio

16.601 euro. A tanto ammonta la spesa, messa a bilancio dal comune di Nibionno nel consiglio di lunedì 30 dicembre, per la rimozione di una porzione della passerella sulla strada provinciale 342. Lo scorso 4 dicembre, come annunciato dalla Prefettura di Lecco, l'arteria era stata chiusa al transito dei veicoli all'altezza della rotatoria tra via Vittorio Veneto e via Conciliazione per effettuare alcuni controlli alla stabilità del cavalcavia pedonale a scavalco della strada provinciale che collega il territorio lecchese a quello comasco.

Al centro il sindaco Claudio Usuelli tra l'assessore Marta Casiraghi e la segretaria dr.ssa Nunziata Campagna

Era stato infatti predisposta la rimozione del blocco di cemento centrale dopo un sopralluogo dei tecnici comunali: a causa delle criticità rilevate era stato deciso di asportarne una parte, in attesa di valutazioni. La struttura pedonale era stata posizionata una decina di anni fa, con il sindaco Angelo Negri, per facilitare lo spostamento dei pedoni e dunque il collegamento tra Nibionno e la frazione di Tabiago. "Abbiamo affidato l'incarico al professionista ingegnere per avere una perizia dettagliata che ci dirà le condizioni in cui è stato trovato il manufatto e i motivi per i quali è stato tolto. La relazione dovrebbe arrivare entro la fine di gennaio e da qui partiremo per compiere le nostre valutazioni. Se ci viene suggerito di sostenere una spesa per i piloni laterali, dovremo rifare l'impalcato. La nostra priorità resta comunque la sicurezza, sia per i pedoni che per chi transita sull'arteria" ha detto il vicesindaco Giovanni Panzuti.

Primo a sinistra il vicesindaco Giovanni Panzuti

Nell'assemblea di fine anno, è stato anche completato il percorso di inserimento del comune in Retesalute. "Dopo aver conferito, a fine marzo, il servizio sociale di base e, poco tempo dopo, l'assistenza educativa scolastica e il servizio di assistenza domiciliare (SAD), andiamo ad affidare anche il servizio di tutela dei minori" ha affermato Laura Puttini, assessore con delega a sport e tempo libero, cultura, politiche sociali e famiglia, pubblica istruzione.

Il comune ha anche approvato il piano degli immobili alienabili nel 2020: si tratta, come spiegato dal sindaco Claudio Usuelli, delle aree concesse in diritto di superficie in via don Sturzo per un valore dei terreni pari a 312.000 euro, come periziato; il terreno in via Nazario Sauro, l'ex area di sedime dell'antenna per 5.300 euro, la porzione di fabbricato in via Angelo Conti per 234.000 euro, l'appartamento degli obiettori in piazza Martiri per 50.000 euro e il terreno in via Conti, stimato in 50.00 euro.

Quanto al bilancio preventivo 2020, l'assessore alla partita Marta Casiraghi ha precisato che il documento è in linea con il programma del quinquennio. "Approvando ora il bilancio, ci permette di operare sin da subito. Il comune non aumenta i tributi e conferma le tariffe vigenti e il bilancio conferma dati e spese degli anni precedenti: confidiamo nel fatto che i trasferimenti non cambino". Tre sono le opere previste l'anno prossimo: la passerella a scavalco della statale 36 "la cui procedura si trascina sul 2020", i campi da tennis e i marciapiedi di via Italia Libera e via California. 90.000 euro è la spesa accantonata per le opere stradali che includono eventualmente le spese per la passerella tolta a inizio mese.

"Dal 2011 non abbiamo toccato nulla di quanto ereditato dalla passata amministrazione. Non abbiamo mai alzato, né ritoccato le aliquote. Abbiamo un'imposizione fiscale tra le più basse con un'addizionale Irpef ferma al 0,4%, bloccata dal 2002" ha precisato il primo cittadino.
Articoli correlati:
04.12.2019 - Nibionno: rimosso un blocco della passerella a scavalco della SP342 per effettuare dei controlli
04.12.2019 - Nibionno: strada provinciale 342 chiusa per verifiche alla passerella
M.Mau.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco