Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 220.231.375
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 15/02/2020

Lecco: V.Sora: 66 µg/mc
Merate: 66 µg/mc
Valmadrera: 51 µg/mc
Colico: 67 µg/mc
Moggio: 98 µg/mc
Scritto Giovedì 02 gennaio 2020 alle 15:41

Nel casatese-oggionese cambia l'organizzazione delle banche. Filiali accorpate, aumentano locali vuoti e saracinesche giù

La minore esigenza di recarsi agli sportelli rispetto a quanto accadeva in passato - grazie anche al cosiddetto web-banking che consente di effettuare le principali operazioni collegandosi ad internet da pc o scaricando un applicazione sul proprio telefono cellulare - ha portato ad una riorganizzazione del servizio che le banche rivolgono all'utenza.

L'ex sede della Banca Popolare di Lodi in Via Misericordia a Casatenovo

Si può spiegare sinteticamente in questi termini il recente fenomeno legato alla chiusura di molti istituti di credito - o meglio, delle rispettive filiali - su scala nazionale e dunque anche nel territorio casatese-oggionese. Negli ultimi mesi infatti, si è assistito ad una diminuzione degli sportelli presenti, con saracinesche abbassate e vistosi cartelli recanti le scritte ''vendesi'' o ''affittasi'' sulle proprie vetrine.
A Casatenovo in pochi mesi hanno chiuso i battenti tre filiali. L'ultima è stata la Banca Popolare di Lodi (BPL) ospitata nel complesso commerciale-residenziale di Via Misericordia, a pochi passi dall'istituto professionale Graziella Fumagalli. Una chiusura ritenuta diretta conseguenza della fusione tra la BPL appunto e la Banca Popolare di Milano (che a Casatenovo ha sede in Via Manzoni), da cui è nato il Banco BPM. L'immobile è di proprietà del Comune che proprio nell'ultima seduta consiliare ha annunciato la volontà di alienarlo.
Anche a Merate - località Novate per l'esattezza - la filiale lodigiana ha abbassato la saracinesca più o meno un anno fa.

I locali presso il centro commerciale 93 di Casatenovo occupati dalla BCC e sotto
un'immagine di repertorio dell'ex sede di Banca Popolare di Bergamo in Via Mameli

Ha chiuso i battenti anche la filiale casatese della Banca di Credito Cooperativo di Lesmo, ospitata da anni in un ampio locale al piano terra presso il centro commerciale 93, in Via Sirtori. I clienti dell'istituto con sede centrale ad Alzate Brianza (dopo la fusione avvenuta nel 2018, che aveva dato vita alla BCC Brianza e Laghi) erano stati informati della decisione assunta dall'azienda, di accorpare la filiale casatese a quella situata in Via Matteotti a Missaglia, a pochi passi dal municipio.
Una doppia perdita per il territorio di Casatenovo che va a sommarsi alla chiusura di un'altra filiale, la UBI-Banca Popolare di Bergamo di Via Mameli, a pochi passi dall'ex salumificio Vismara, che ha abbassato le saracinesche in maniera definitiva un anno fa; al suo posto ormai da mesi è subentrato uno spaccio dolciario, insediatosi anche negli adiacenti locali ex Agricola-Ferrarini.

I locali dell'ex Banca Intesa a Garbagnate Monastero e sotto l'ex Deutsche Bank di Via Mazzini a Sirone

Non ha chiuso il proprio sportello la vicina Banca Intesa, che tuttavia dal 2018 ha riorganizzato la filiale, riducendo l'attività al pubblico presso la sede di Casatenovo, con gli utenti che possono rivolgersi per altre necessità alla sede di Piazza Libertà a Missaglia. Aveva inoltre cessato i battenti nel 2018 la filiale del Credito Valtellinese di Via Manzoni, nella cui sede è subentrata qualche settimana più tardi la BCC di Carate Brianza.
Ma non è finita qui. Anche la BPM - banca popolare di Milano - in pochi mesi ha chiuso tre sportelli presenti nel territorio casatese. Prima a Maresso, in Via Manzoni (a nulla era valsa la ''battaglia'' portata avanti dal Comune) poi in Via Cadorna a Cremella e infine a Viganò, in Via Nobili. Se quest'ultima sede è ancora vuota, negli altri due casi i locali sono stati occupati rispettivamente da una compagnia assicurativa e da un'attività di acconciature unisex.

L'ex storica sede di Banca Intesa a Barzanò. Sotto la Deutsche Bank dell'ex spazio di
Via Roma e a destra i nuovi locali in cui si è insediata in Via Manara angolo Via Garibaldi

Spazi in cerca di una nuova destinazione anche per la Banca Intesa di Via dei Mille a Barzanò; in questo caso si tratta però di un trasferimento, dal momento che la filiale si è spostata nella più centrale Via Garibaldi, accanto all'ufficio postale, occupando l'ex sede di Veneto Banca. Un'altra azione diretta conseguenza dell'accorpamento fra i due istituti di credito. Trasloco recente anche per Deutsche Bank che da Via Roma è andata a riempire i nuovi locali di Via Manara, angolo Via Garibaldi, a pochi passi dal municipio.

Le filiali chiuse da BPM a Maresso, Cremella e Viganò

Ha invece chiuso i battenti da qualche mese la filiale dell'istituto di credito tedesco in località Miravalle a Oggiono, così come aveva già fatto quella di Via Mazzini a Sirone. In questo territorio c'è da segnalare anche la chiusura - negli ultimi anni - di due sportelli di Banca Intesa a Garbagnate Monastero (Via Provinciale) e a Molteno (Via della Vittoria).

L'ex sede di Deutsche Bank in località Miravalle a Oggiono

A Costa Masnaga infine, lo sportello di Via 25 Aprile era stato chiuso per fare posto ad un punto prelievo poco prima del municipio, in Via Beretta Andina. Un servizio quest'ultimo, che ha avuto tuttavia durata breve.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco