Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 220.230.478
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 15/02/2020

Lecco: V.Sora: 66 µg/mc
Merate: 66 µg/mc
Valmadrera: 51 µg/mc
Colico: 67 µg/mc
Moggio: 98 µg/mc
Scritto Sabato 04 gennaio 2020 alle 13:44

Cassago: è mancata Suor Agostina Pozzi, per oltre cinquant'anni missionaria in Ciad

È mancata l'altro giorno Suor Agostina Pozzi, missionaria in Ciad per oltre cinquant'anni. Nello stato africano la religiosa ha intrapreso il proprio cammino il 28 agosto 1967 dove, nonostante le difficoltà iniziali a causa dell'impatto duro con la realtà locale,
Suor Agostina Pozzi
scelse di restare e di operare secondo le indicazioni di padre Luigi Lomazzi, che aveva accolto la suora, appena atterrata con un aereo francese, nella capitale, l'attuale N'Djamena. L'attività della suora originaria di Cassago Brianza si è però esplicitata a circa 200 chilometri dalla capitale, a Goundi. Qui, le prime azioni di cui si occuparono i religiosi furono la cura dei bambini ammalati, l'evangelizzazione e la formazione dei catechisti. All'epoca erano presenti circa cinquanta cristiani e un centinaio di catecumeni. Dopo un anno, nel 1968 si riuscì a costruire la maternità e ad aprire un ambulatorio per bambini e, in seguito, anche per gli adulti. Nel 1974 poi, si inaugurò l'ospedale di Goundi, il "Buon Samaritano", con i suoi sei ambulatori periferici e con la scuola per la formazione degli infermieri. Da oltre quindi anni, è aperto l'ospedale Buon Samaritano di N'Djamena, dove è stata aperta l'università privata per la facoltà di medicina, frequentata da studenti di molte nazionalità africane che operano nei due ospedali, dove si visitano ogni giorno centinaia di ammalati, se ne ricoverano decine e si compiono numerose operazioni chirurgiche.
Non solo l'aspetto sanitario. Suor Agostina ha prestato servizio anche in ambito educativo, occupandosi della direzione di una scuola comunitaria dove, accanto all'insegnamento, vengono proposti programmi per la formazione agricola affinché i bambini possano essere educati per il rispetto della terra che dona loro nutrimento. L'anno scolastico dura tutto l'anno solare, soprattutto per sfruttare la stagione delle piogge (da maggio a settembre) che permette la coltivazione dei campi. Gli alunni vivono lì e hanno tre piccole vacanze di una settimana a Natale e a Pasqua oltre a quindici giorni nel mese di settembre: poiché il lavoro agricolo non permette vacanza, le classi vengono divise in due turni.
Infine, l'aspetto religioso: c'è un appuntamento bisettimanale con la catechesi e il rosario settimanale con tutti gli abitanti di Maimba. I bambini della scuola partecipano poi alla messa domenicale: "Anche quello dopo la messa è un momento di gioia per i nostri alunni di Maimba perché hanno la possibilità di andare al mercato dove forse incontreranno qualche loro parente o conoscente e magari la mamma e il papà con un piccolo regalino che condivideranno sicuramente e gioiosamente con i loro compagni" diceva la suora in una missiva inviata pochi anni fa alla comunità cassaghese che ha sempre sostenuto a distanza l'operato della religiosa.



Suor Agostina è mancata a Erba giovedì 2 gennaio. La cerimonia funebre per l'ultimo saluto che la comunità gli tributerà è prevista per oggi, sabato 4 gennaio alle 14.30 presso la chiesa parrocchiale di Cassago. Da qui la cerimonia proseguirà nel cimitero per la tumulazione.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco